AMERICA/HAITI – La preghiera del Papa per Haiti; i religiosi chiedono giustizia anche per tutte le ae vittime della violenza

 82 total views,  5 views today

Port au Prince – “Negli ultimi giorni la mia preghiera è stata spesso rivolta ad Haiti, dopo l’uccisione del Presidente e il ferimento della moglie. Mi unisco all’accorato appello dei Vescovi del Paese a «deporre le armi, scegliere la vita, scegliere di vivere insieme fraternamente nell’interesse di tutti e nell’interesse di Haiti”. Sono vicino al caro popolo haitiano; auspico che cessi la spirale della violenza e la nazione possa riprendere il cammino verso un futuro di pace e di concordia”: queste le parole del Santo Padre Francesco all’Angelus di ieri, domenica 11 luglio, recitato dal Policlinico Gemelli dove è degente.
Dopo l’assassinio del Presidente Jovenel Moïse , la Conferenza Haitiana dei Religiosi ha chiesto di chiarire quanto accaduto: “la vita religiosa in Haiti esige che venga condotta un’indagine per chiarire questo crimine efferato, in modo che tutti i colpevoli possano essere assicurati alla giustizia”, si legge nella nota pervenuta a Fides. Questa occasione serve per “pretendere giustizia per tutte le ae vittime della violenza in tutto il Paese”, si legge.
La CHR nella dichiarazione “condanna con tutte le sue forze la violenza, da qualunque parte provenga, e in tutte le sue forme, e rinnova la sua speranza e il suo sincero impegno nella lotta per il ristabilimento di una società più umana e fraterna, costruita sui diritti, sulla dignità e sulla riconciliazione tra tutti i figlie e figli della nazione”. Lo fa a partire dai “valori del Vangelo” e nella sua qualità di “testimone privilegiata delle legittime aspirazioni del popolo haitiano”.
Ad Haiti la situazione è molto tesa e difficile anche a livello politico. Dopo l’omicidio del Capo dello stato, il Senato e l’opposizione hanno cercato di occupare il posto vuoto nell’incarico di presidente. Venerdì 9 luglio, il Senato ha adottato una risoluzione che designa il Presidente della Camera Alta, il senatore Joseph Lambert, Presidente provvisorio di Haiti fino all’entrata in carica del nuovo Parlamento, il secondo lunedì di gennaio 2022, e la designazione di un nuovo Presidente, che sarà eletto il 7 febbraio 2022.
Sul suo account Twitter ufficiale, il senatore Lambert ha scritto: “Comprendo la risoluzione dei senatori. Esprimo la mia umile gratitudine alle istituzioni politiche che mi sostengono. Dico sinceramente grazie. Spero di incontrarne tanti ai, per riaprire la strada dell’alternanza, indispensabile alla democrazia”.