AMERICA/PARAGUAY – Rientrano in patria accolte dai fedeli le reliquie di “Chiquitunga”, prima beata paraguayana

 29 total views,  1 views today

Asuncion – E’ stata una grande mobilitazione, forse la più grande da quando il Paraguay vive nella pandemia, quella dei fedeli cattolici per accogliere le reliquie di María Felicia de Jesús Sacramentado, detta “Chiquitunga”, la prima paraguaiana beatificata , che sono arrivate martedì 21 settembre all’aeroporto internazionale di Asunción, in due urne. Le reliquie tre anni fa erano state inviate a Roma per un processo di conservazione.
Dopo la Messa celebrata nel parcheggio, alla presenza dei fedeli e delle autorità, le urne sono state trasportate al monastero delle Carmelitane Scalze, ordine a cui apparteneva la Beata, morta nel 1959, all’età di 34 anni. Da sottolineare la numerosa presenza dei fedeli nonostante l’orario dell’arrivo dell’aereo da Roma, intorno alle 5 del mattino, ora locale, che è stato trasmesso dalla maggior parte delle emittenti radiofoniche e televisive.
Secondo la nota pervenuta a Fides, la messa è stata presieduta, davanti all’aeroporto, dal Presidente della Conferenza episcopale paraguaiana, Mons. Adalberto Martínez Flores, Vescovo della diocesi di Villarrica del Espíritu Santo, a cui ha preso parte l’Arcivescovo di Asunción, Mons. Edmundo Valenzuela. Erano presenti anche i parenti della suora carmelitana, molti dei quali portavano mazzi di fiori, ritratti della Beata e bandiere del Paraguay.
“Chiquitunga è stata appositamente scelta da Dio attraverso vari ministeri per la sua perfezione nella santità: è stata apostola, catechista, maestra, evangelizzatrice e serva instancabile, sia nell’azione che nella preghiera” ha detto nella sua omelia Mons. Martínez, Vescovo di Villarrica, città natale della beata. Il Vescovo ha chiesto l’intercessione di “Chiquitunga” per ottenere la liberazione delle tre persone rapite nel nord del paese dai guerriglieri e di cui non si sa nulla, tra cui l’ex presidente del paese Óscar Denis .
Papa Francesco, in una lettera a Mons. Valenzuela inviata tramite il Cardinale Pietro Parolín, ha rivolto un saluto ai cattolici paraguaiani in occasione del ritorno delle reliquie. Dopo la messa, le urne sono state sistemate sul camion dei Vigili del fuoco, che le ha trasportate al monastero delle Carmelitane scortato da motociclisti della Polizia di Stato e da un corteo di automobili di fedeli. Dopo mezz’ora le reliquie sono arrivate a destinazione, a circa 14 chilometri dall’aeroporto, accolte da applausi e musica della banda dell’esercito. Le urne sono state collocate nella cappella preparata, insieme a un ritratto della Beata, quindi è stato eseguito l’inno nazionale paraguaiano.
Il processo di beatificazione e canonizzazione della Beata è iniziato nel 1997. Nel marzo 2010 Papa Benedetto XVI l’ha dichiarata venerabile. Nel 2018 la Congregazione per le Cause dei Santi ha approvato un miracolo operato per intercessione di Chiquitunga e nel marzo di quell’anno Papa Francesco ha autorizzato la beatificazione, che è stata celebrata il 23 giugno 2018 ad Asuncion.