AMERICA/VENEZUELA – “Giustizia e Pace” esige rispetto per il lavoro dei difensori dei Diritti umani

 12 total views,  1 views today

Caracas – La Commissione “Giustizia e Pace” della Conferenza episcopale del Venezuela ha denunciato in una dichiarazione, firmata dal suo Presidente, Sua Ecc. Monsignor Roberto Lückert Leon, la detenzione arbitraria di tre difensori dei diritti umani: Javier Tarazona, José Rafael Tarazona e Omar De Dios García. Da luglio sono detenuti, come è noto all’opinione pubblica, in una delle sedi del Servizio bolivariano di intelligence nazionale .
“Sono stati presi mentre lavoravano per la denuncia e la promozione dei diritti umani come attivisti su temi di particolare sensibilità” è scritto nella dichiarazione pervenuta a Fides, che prosegue: “L’arresto è avvenuto proprio nella sede del Ministero pubblico, quando Javier Tarazona stava denunciando atti di pedinamento e intimidazione da parte dello stesso organismo di sicurezza dello Stato che ha effettuato questi arresti”.
Il Vescovo esprime preoccupazione per la detenzione dei tre attivisti in quanto effettuata senza un ordine giudiziario e avvenuta mentre si trovavano nell’istituzione garante del rispetto dei loro diritti umani. Inoe sono stati arrestati dai funzionari dello stesso corpo di sicurezza dello Stato che stavano denunciando. Secondo le notizie ricevute dai parenti, gli attivisti sarebbero “in condizioni di detenzione inadeguate”, sono stati contagiati dal Covid-19 e trasferiti in una struttura sanitaria che i parenti non conoscono esattamente, infine sono state anche negate informazioni sul loro stato di salute.
Per questi motivi, la Commissione “esige il rispetto del lavoro dei difensori dei diritti umani nel territorio nazionale; esige informazioni attendibili e opportune sulle condizioni di salute e sulla posizione giuridica dei difensori dei diritti umani privati della libertà; sollecita a prendere in considerazione il provvedimento di una misura umanitaria per motivi di salute.”