Ammore e Malavita

di Sara Michelucci

E’ ancora una volta una Napoli malavitosa e spaccata in due il teatro in cui si svolge la storia di Ammore e Malavita, film firmato da Manetti Bros, con Giampaolo Morelli, Serena Rossi, Claudia Gerini, Carlo Buccirosso, Raiz. Ma non si affronta il tema della criminalità come in altri film. Musical e noir si intrecciano in questo lavoro che ripercorre generi diversi, stravolgendoli allo stesso tempo, firma indelebile dei due registi romani.

Napoli non è solo teatro di degrado e malavita, ma è luogo in cui si intrecciano sentimenti forti e contrastanti. Un turbinio di emozioni che si accoppiano ad azioni altrettando violente, dove lo slancio emotivo la fa da padrone indiscusso.

Ciro (Morelli) è un temuto killer. Insieme a Rosario (Raiz) è una delle due tigri al servizio di don Vincenzo (Buccirosso), “o’ re do pesce”, e della sua astuta moglie, donna Maria (Gerini). Fatima (Rossi) è una giovane infermiere, un bel po’ sognatrice.

Ci troviamo di fronte a due mondi in apparenza così distanti, ma destinati a incontrarsi, di nuovo. Una notte Fatima si trova nel posto sbagliato nel momento sbagliato. A Ciro viene dato l’incarico di sbarazzarsi di quella ragazza che ha visto troppo.

Ma le cose cambiano. I due si trovano faccia a faccia, si riconoscono e riscoprono, l’uno nell’altra, l’amore mai dimenticato della loro adolescenza. Per Ciro c’è una sola soluzione: tradire don Vincenzo e donna Maria e uccidere chi li vuole uccidere. Nessuno può fermare l’amore.

Inizia così una lotta senza quartiere tra gli splendidi scenari dei vicoli di Napoli e il mare del golfo. Tra musica e azione, amore e pallottole.

Ammore e Malavita (Italia 2017)
REGIA: Marco Manetti, Antonio Manetti
ATTORI: Carlo Buccirosso, Claudia Gerini, Giampaolo Morelli, Serena Rossi, Raiz, Franco Ricciardi, Antonio Buonomo
DISTRIBUZIONE: 01 Distribution

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tratto da altrenotizie.orgTutti gli articoli sono sotto licenza Creative Commons, pertanto posso essere riportati a condizione di citare l’autore e la fonte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *