Antonio Alamanni – Vidi uscir’ossa à un fuor delle mani

Vidi uscir’ossa à un fuor delle mani,
E vidigli una canna nella gola:
E con due lingue in bocca dir parola,
Da far senza mangiar vivere i cani,
Poi vidi Turchi mangiar da Christiani,
E vidi co’ gli orecchi una viola;
E furono informate ben le suola
Di tutti questi casi horrendi, e strani.
Poi vidi un, che da dieci passatoi
Fu da un canto all’altro un dì passato:
E anche tu, com’io veder lo puoi;
Ch’egli è da molti buchi ancor forato,
E con quei buchi un dì convien che muoi;
Ben ch’un gli ne sia spesso titurato.
Vidi Arno foderato
Di panni scempi, ritti, e di rovesci;
E palchi pien di fodere da pesci.