ASIA / BANGLADESH – Infermieri e medici cattolici in cammino spirituale, per donare Cristo nel lavoro

Dacca – Dare una adeguata assistenza spirituale a medici, infermieri, operatori sanitari cattolici che, specialmente a Dacca, non riescono a partecipare alla Messa domenicale a causa della loro attività professionale: come appreso dall’Agenzia Fides, questo era il fine del seminario quaresimale intitolato “Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date” , organizzato nei giorni scorsi dalla Commissione Sanitaria dell’Arcidiocesi di Dacca, presso la chiesa cattolica di Nayanagar, nella capitale, cui hanno partecipato circa 110 operatori sanitari cattolici.
In Bangladesh la domenica è un giorno lavorativo, mentre il venerdì e il sabato sono festivi. Edward Pallab Rozario, Segretario della Commissione episcopale per l’assistenza sanitaria, parlando ai presenti ha ricordato che “servire come operatori sanitari è una professione e una vocazione, che è parte del servizio cristiano”. Dunque, ha spiegato a Fides, “abbiamo cercato di insegnare loro in modo che possano trarre dalla fede ispirazione per fare meglio il loro lavoro”. Durante il seminario i presenti hanno celebrato la Via Crucis e si sono accostati al sacramento della Confessione. Il Vescovo ausiliare emerito Theotonious Gomes, ha detto ai partecipanti: “La Chiesa cattolica è grata a voi perché svolgete un lavoro eccezionale con il vostro servizio paziente. Grazie alla vostra opera, Cristo viene glorificato. Seguite gli insegnamenti e i valori cristiani nel vostro lavoro”. In passato, la professione infermieristica era trascurata ma, proprio grazie all’opera di molti infermieri cristiani, molti altri uomini e donne di altre fedi, hanno scelto questo lavoro in Bangladesh.
Nel seminario, i partecipanti hanno condiviso le sfide che si presentano nel loro lavoro, ad esempio nelle cliniche che praticano l’aborto. Quanti si sono dichiarati obiettori e non hanno compiuto aborti hanno perso il lavoro.
Padre Proshanto Cruze, sacerdote della Santa Croce, ha detto ai presenti: “La Quaresima è come la stagione primaverile per noi. Durante la primavera, le foglie vecchie cadono e nuove foglie crescono. Nella nostra vita, durante la Quaresima dovremmo eliminare le cattive abitudini e i peccati. La Quaresima è il momento giusto per fare una revisione della nostra vita”.
A Dacca circa mille cattolici – medici, infermieri e altri operatori sanitari – lavorano in varie strutture sanitarie statali. La Commissione episcopale segue la formazione cristiana e professionale degli operatori sanitari cristiani. Il Bangladesh è un paese a maggioranza musulmana dove solo lo 0,3% delle persone è cristiano.

da: www.fides.org
I contenuti del sito sono pubblicati con Licenza Creative Commons Attribuzione 4.0 Internazionale