ASIA – Il Vescovo Dell’Oro: “La nuova Conferenza episcopale gioverà alla missione della Chiesa in Asia centrale”

 9 total views,  1 views today

Karaganda – L’istituzione della nuova Conferenza episcopale dell’Asia centrale – che riunirà i vescovi di Kazakistan, Uzbekistan, Kirghizistan, Turkmenistan e Tagikistan – rappresenta un’opportunità per la maturazione della Chiesa in quell’area. E’ quanto dice all’ Agenzia Fides Mons. Adelio Dell’Oro, Vescovo della diocesi di Karaganda: “Siamo molto contenti – spiega – per la nascita di questa nuova conferenza episcopale. E’ il risultato di un lavoro di due anni e porterà la presenza cattolica in questa terra a crescere e maturare. Avremo la possibilità di dare maggior senso alla nostra missione qui, di capire cosa voglia dire, dopo trent’anni dall’indipendenza di questi paesi, essere in un territorio a maggioranza musulmana o ortodossa. Questo è un tema importante per tutti e cinque i paesi. In questo modo potremo tornare a percorrere, nell’ottica della sinodalità, un cammino comune, come accadeva nel periodo immediatamente successivo alla caduta dell’Unione Sovietica. Nel 1991, infatti, esisteva una sola Amministrazione apostolica con sede in Kazakistan, che includeva anche Kirghizistan, Tajikistan, Uzbekistan e Turkmenistan. Ciò favoriva uno scambio tra le varie realtà, che si incontravano regolarmente. Quando negli ai quattro paesi è stata creata la Missio sui iuris, però, le attività in comune sono diminuite fino a rarefarsi”.
Il nuovo organismo, istituito ufficialmente in seguito ad un decreto emesso dalla Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli lo scorso 8 settembre 2021, permetterà di rispondere insieme alle criticità e alle sfide comuni e, al tempo stesso, di supportarsi vicendevolmente nell’affrontare problematiche specifiche di ogni singolo paese: “Il modus operandi prevede che, prima di riunirci, ognuno di noi proponga temi che ritiene importanti. Si cerca, quindi, di condividere l’esperienza e a volte si arriva a delle decisioni comuni. In sostanza, ciò che fino a poco fa accadeva solo tra le varie diocesi, adesso avviene anche tra le Chiese di cinque Stati. Questa collaborazione è molto interessante, così come saranno fondamentali tutte le iniziative che ci porteranno a lavorare insieme”.
Tra queste iniziative, vi è il webinar “La missione di evangelizzazione nell’Asia centrale ai tempi dell’Evangelii Gaudium – Contesto, difficoltà, prospettive”, promosso organizzato da Pontificia Unione Missionaria e previsto nei giorni 12 e 13 ottobre 2021. A partire da dati storici ed esperienze pastorali, nel corso dell’incontro si analizzeranno le varie realtà della presenza cattolica negli stati centroasiatici, con un focus sulla evangelizzazione, la carità e la formazione.
Conclude mons. Dell’Oro: “Il webinar toccherà molti argomenti interessanti per la vita della Chiesa centrasiatica e rappresenterà, quindi, un’occasione per stimolare riflessioni sullo stato attuale della nostra missione e sulle prospettive future. Le sfide sono davvero tante: la prima è sicuramente quella di superare una fede che a volte risullta legata solo a riti e tradizioni portate qui dai primi missionari. Apprezziamo moltissimo il loro coraggio e a loro dobbiamo molto, ma ora è necessario fare un passo in più e far capire alle persone che c’è un motivo se il Signore li ha voluti qui dopo la storia dolorosa dell’ateismo imposto dall’URSS”.