ASIA/INDIA – Aggressione alle suore, chiuso il Pronto soccorso di un ospedale cattolico

 195 total views,  1 views today

Mokama – Il Pronto Soccorso dell’Ospedale cattolico di Nazareth, a Mokama, a sud est di Patna, nello stato indiano del Bihar, è stato chiuso dopo l’aggressione subìta dalle religiose che vi lavorano il 16 luglio scorso. Come riferito all’Agenzia Fides da suor Anjana Kunnath, amministratrice dell’Ospedale di Nazareth a Mokama, un gruppo di circa 30 persone ha aggredito le Suore della Carità di Nazareth, che gestiscono l’ospedale, devastando il reparto del Pronto Soccorso. Secondo la ricostruzione egli eventi, il gruppo aveva portato un uomo con una grave ferita da arma da fuoco ma, una volta visitato e soccorso dal medico di guardai, ne era stato solo accertato il decesso. “La folla insisteva nel dire che l’uomo aveva ancora battito cardiaco. Hanno minacciato e terrorizzato il personale medico, il guardiano e gli ai pazienti”, racconta suor Kunnath. La folla ha percosso con violenza suor Aruna Kerketta, che era operativa in Pronto Soccorso, mentre “vi erano anche alcuni agenti di polizia di Mokama che sono rimasti spettatori mentre la folla agiva con violenza”.
Il paziente, un uomo di 40 anni, Pankaj Kumar Singh, è stato colpito mentre tornava a casa dal lavoro in moto. “È tragico perdere all’improvviso un giovane così. Ma è aettanto tragico terrorizzare le infermiere di turno e il medico” ha detto suor Kunnath rivolgendosi alla polizia, allertata dall’Amministrazione .
Attualmente l’ospedale ha solo servizi medici ambulatoriali e di ricovero per ostetricia e ginecologia. Dispone inoe di servizi come laboratorio, radiografia, ecografia e farmacia, oe a un reparto di fisioterapia. “La nostra struttura è a servizio del territorio e della gente locale, senza alcuna discriminazione, è interesse di tutti preservarlo e tenerla funzionante”, ha rilevato suor Kunnath.
L’ospedale di Nazareth ha iniziato a funzionar nel 1948, con 25 posti letto, e gradualmente è cresciuto fino a una struttura di 150 posti letto nel 1965. La Congregazione, con sede nel Kentucky negli Stati Uniti, lo ha avviato su invito del Vescovo di Patna e dei Gesuiti del posto. Nel 1984 l’ospedale è stato ampliato con una struttura da 280 posti letto con l’aiuto di un’agenzia di finanziamento tedesca.
Le Suore della Carità di Nazareth hanno anche lanciato diversi progetti sanitari come “Mahila Mandals”, programma di immunizzazione, programma per la tubercolosi e la lebbra. Nel 2004, l’ospedale ha avviato un Centro di assistenza comunitaria per la cura dei malati di Aids.
In oe 70 anni, l’ospedale ha curato centinaia di migliaia di persone, per lo più povere, provenienti da molti distretti del Bihar, del Bengala occidentale e persino dai confini del Nepal, gestendo anche corsi di formazione per infermieri e personale sanitario.