ASIA/INDIA – Un parco intitolato al gesuita padre Stan Swamy: gli estremisti indù si oppongono

 12 total views,  1 views today

Mangalore – Intitolare un parco a padre Stan Swamy, il Gesuita ingiustamente arrestato per sedizione e morto in ospedale, in stato di custodia giudiziaria, nel luglio scorso : è l’iniziativa della Compagnia di Gesù in India che ha trovato la ferma opposizione di gruppi radicali induisti nello stato del Karnataka, nel sud dell’India. Il parco, di natura privata, si trova all’interno del campus del St. Aloysius College a Mangalore, parte della rete di istituzioni educative amministrate dalla Compagnia di Gesù in India. Padre Swamy è religioso apprezzato e rispettato per il suo impegno nella promozione dei tribali del Jharkhand, nell’India orientale: la sua figura ha ispirato le intenzioni dei responsabili del Collegio che intendono inaugurare, in un’area verde nel complesso della struttura, il “Parco della pace Stan Swamy”. Militanti dei gruppi nazionalisti come “Akhil Bharatiya Vidyarthi Parishad”, l’ala studentesca del Bharatiya Janata Party – che guida il governo federale e diversi stati, tra cui il Karnataka – “Vishwa Hindu Parishad” e “Bajrang Dal” hanno protestato e minacciato una manifestazione pubblica per esprimere contrarietà. I gruppi hanno anche presentato alla polizia locale Momerandum sulla questione. Il religioso, affermano è stato arrestato in base alla legge antiterrorismo indiana, dunque rendergli un tributo sarebbe “un insulto alla società intera”.
Leader e avvocati cattolici affermano invece che, trovandosi il parco all’interno di una istituzione privata, non è lecita alcuna interferenza. Autorità ecclesiali e membri della Compagnia di Gesù ricordano che il St. Aloysius College da 140 anni è a servizio della società, offrendo istruzione senza alcuna senza discriminazione e che nel complesso dell’istituto vi è tutto il diritto di intitolare il parco a padre Swamy.
Tuttavia i responsabili del Collegio hanno deciso di rinviare la cerimonia di intitolazione del parco, accogliendo il consiglio del Commissario di polizia municipale che ha suggerito di temporeggiare per non creare disordini sociali.
Padre Swamy era stato arrestato l’8 ottobre 2020 a Ranchi, capitale dello stato del Jharkhand, con l’accusa di sedizione. Lesu condizioni di salute in carcere sono velocemente peggiorate e, debilitato e poi ammalato di Covid, è morto il 5 luglio scorso nell’Holy Family Hospital di Mumbai.