Archivi categoria: LSDI

Di chi sono i nostri dati?

La domanda retorica del titolo ci è parsa una buona base di partenza per introdurre una riflessione del “nostro” Marco Dal Pozzo sul GDPR. Il fantomatico, oramai non si può definire altrimenti, nuovo regolamento europeo sulla gestione e protezione dei dati personali (General Data Protection Regulation) che entrerà in vigore il prossimo e oramai vicinissimo 25 maggio.  Il GDPR è : –   come si legge nell’intestazione del documento che è (altro…)

La libertà non è un algoritmo

Qualche settimana fa è uscito per Donzelli editore l’ultimo libro di Michele Mezza “Algoritmi di libertà”. Il giornalista televisivo della Rai ora docente all’Università Federico II di Napoli da tempo si occupa dei temi del software e dell’intelligenza artificiale e da poco più di un anno ci accompagna dentro i nostri appuntamenti pubblici di digit –  che nel 2018 si sono moltiplicati e spostati dalla Toscana  in giro per l’Italia – (altro…)

Youth4Regions. Vinci Bruxelles. Deadline 29 giugno 2018

Entrare a far parte del ‘team comunicazione’ che coprirà la Settimana delle Regioni, il più grande evento politico dell’Unione dedicato alla politica di coesione che ogni anno riunisce a Bruxelles centinaia di personalità politiche provenienti da tutta Europa. E’ questo il premio per i 28 studenti  che vinceranno il concorso Ue per aspiranti giornalisti sui temi delle politiche regionali e dei fondi europei.

 

Sono infatti ufficialmente aperte le candidature per il programma (altro…)

Max Planck Institute. Residence program in Germania. Deadline 11 giugno.

Max Planck Institute for Gravitational Physics (Albert Einstein Institute) offre a giornalisti scientifici esperti la possibilità di frequentare un Residence Program a Potsdam, in Germania.

 

Due mesi di fellowship per conoscere le tematiche di ricerca dell’istituto e condurre un seminario sul tema della comunicazione scientifica.

 

Copertura delle spese EUR3,500/month.

 

I candidati- giornalisti scientifici esperti- devono avere una eccellente conoscenza dell’inglese scritto e parlato. La conoscenza del tedesco è desiderabile ma non essenziale.

 

Deadline: 11 giugno (altro…)

L’asino morto per non aver ragliato

Quando ci siamo accostati ai “testi sacri” di uno dei nostri autori preferiti perchè ci eravamo accorti che parlavano di giornalismo in maniera incredibilmente moderna, non immaginavamo che saremo riusciti a farne un pezzo e forse addirittura una rubrica per il nostro piccolo blog. Sono state la caparbietà e la grande capacità di ricerca e selezione del nostro associato Marco Dal Pozzo che hanno fatto il miracolo. Marco partendo da un (altro…)

Facebook “tana” tutti

Nonostante lo scandalo Cambridge Analytica il primo trimestre dell’anno in corso porta crescita e fatturati molto positivi per Facebook. La società di Menlo Park il 26 aprile scorso ha diffuso un comunicato stampa trionfale che racconta dettagliatamente lo stato dell’arte. Nello stesso comunicato  Mark Zuckerberg dichiara lapidario: “Nonostante le sfide importanti, nel 2018 la nostra comunità e il nostro business sono partiti con un buon inizio”. E’ anche vero e qualche (altro…)

Rosso profondo rosso

Per la prima volta nella storia l’istituto di previdenza dei giornalisti italiani chiude il  bilancio con segno negativo, consegnando ai posteri un passivo di oltre 100 milioni di euro. I motivi del debito li conosciamo bene. In una parola:  la crisi dell’editoria analogica e l’incapacità di trovare un nuovo modello industriale sostenibile nell’editoria digitale,  hanno fatto sì che il settore professionale del giornalismo stia perdendo pezzi e uomini e tanto denaro (altro…)

Premio giornalistico Ernest Hemingway 2018. Entro il 15 giugno.

Bandita la quarta edizione del “Premio Giornalistico Papa Ernest Hemingway” con cui l’AssociazioneCulturale Onlus Cinzia Vitale, con il patrocinio della FNSI (Federazione Nazionale Stampa Italiana) e dell’Ordine dei Giornalisti del Veneto, intende promuovere la scrittura e la sua originalità, oltre a incentivare e stimolare la passione per la professione degli studenti di giornalismo,  destinatari del bando di concorso.

 

Oggetto del premio è il rapporto di Ernest Miller Hemingway con il Veneto, nonché (altro…)

800 idee per l’Università di Padova. Entro il 6 maggio

Nel 2022 l’Università di Padova compirà 800 anni. Per prepararsi a questo traguardo l’Ateneo patavino indice un concorso di idee aperto a tutti coloro che si sentono parte della sua storia e dei sui valori, e ne condividono i principi di inclusione, rispetto e libertà di parola, di studio e di ricerca.

 

Aperto a tutta la società civile, il concorso propone di declinare liberamente il tema degli 800 anni dell’Ateneo spaziando tra (altro…)

Gerry Mandering

E mentre davanti alle telecamere assiepate dentro le aule della commissione senatoriale del Congresso degli Stati Uniti  si consuma la caccia all’untore per individuare il capro espiatorio della querelle facebook/cambridge analytica… Diffidare sempre di chi promuove la caccia serrata contro qualcuno o qualcosa, normalmente non ha a cuore la verità e nemmeno la giustizia. Noi vorremmo provare ad aggiungere qualche tassello alla vicenda. Poche nuove tessere per disegnare particolari nuovi di  un (altro…)

Posizioni aperte su media e potere ad Harvard.

Il Centro Shorenstein è un centro di ricerca presso la John F. Kennedy School of Government di Harvard, che si occupa di analizzare il potere e l’impatto dei media, in tutte le sue forme, sulla politica e sulle politiche pubbliche.

 

 

Ecco le vacancy attuali:

 

Executive Director, Shorenstein Center on Media, Politics and Public Policy

Manager, Disinformation Lab

Program and Events Manager, Ida B. Wells Society

Program Director, News Misinformation Project/First Draft

 

 

Di particolare interesse:

Concorso Storie di Economia Circolare. Scade il 31 maggio.

Rivolto a giornalisti, videomaker, fotografi, scrittori, storyteller, il premio Storie di Economia Circolare ha la finalità di  stimolare e promuovere una rinnovata consapevolezza sulla sostenibilità ambientale, i nuovi modelli produttivi e i benefici per l’ambiente e la società che derivano da processi di transizione virtuosi. Le realtà circolari raccontate attraverso il Concorso avranno la possibilità di avere visibilità e dunque essere promosse a livello nazionale.

 

Il concorso prevede 4 categorie di prodotti culturali, (altro…)

L’automa, l’ambiente e il giornalismo

L’intelligenza artificiale arriva nel mondo dell’informazione ponendo seri problemi anche a quella ambientale. I giornalisti e il mondo dell’informazione, compresa quella ambientale, sono pronti all’arrivo delle macchine? No, il motivo è semplice. Si pensa che l’informazione e la comunicazione siano un lavoro d’intelligenza troppo elevata perchè possa essere sostituito da computer e robot. Ed è vero solo in parte. Se da un lato possiamo osservare che il report di McKinsey sulla diminuzione (altro…)

Leggi o scrivi

Se un mattino d’inverno un “giornalista”, (Calvino permettendo) prova a digitare su un motore di ricerca a caso la frase: “leggi regionali a sostegno dell’editoria”, scopre un mondo. Un mondo ricco innanzitutto, inteso come ben finanziato. Un mondo variegato, inteso come numeroso e ben assortito. Un mondo tutt’altro che sconosciuto alla politica e alle amministrazioni locali, e considerate che la nostra ricerca appena accennata si riferisce solo alle Regioni. Ebbene – (altro…)

Verso una nuova immaginazione

La querelle facebook / cambridge analytica indipendentemente da ogni valutazione, interpretazione o spiegazione più o meno scientifica cui è stata sottoposta, ha il pregio assoluto di aver sdoganato un tema presso il grande pubblico. Di che tema si tratti questo è difficile stabilirlo. Illustri esperti hanno parlato di appropriazione indebita di dati, altri hanno posto l’accento sulla sicurezza o meglio sulla mancanza di sicurezza nella gestione dei dati da parte delle (altro…)

#diPubblicoDominio. Premio in favore del giornalismo investigativo e sociale.

Gli Stati Generali bandiscono la Prima edizione del Premio Giornalistico #diPubblicoDominio.

 

Il Premio consiste in un’assegnazione in denaro [grant] per la realizzazione di un’inchiesta giornalistica di tipo investigativo o a tema sociale. I lavori potranno privilegiare un taglio di denuncia oppure raccontare storie di resilienza e prospettare percorsi di rigenerazione civica.

 

Il Premio è suddiviso in tre classi, distinte per l’entità: 2.500/1.000/500 euro.

 

La scelta del formato dell’inchiesta (articolo, fotoreportage, video, ecc.) è libera.

Il (altro…)

#Silence Hate. Media camp a Londra per giornalisti e videomaker.

Migliorare le capacità di trattare le tematiche relative  alle migrazioni in un contesto interculturale con esperti internazionali. Questa è la grande opportunità offerta a giornalisti, videomaker, fotografi, blogger social o community manager, grazie ad un media camp in programma a Londra dal 23 al 27 aprile 2018.

 

Il percorso formativo promosso dal Media Diversity Institute coinvolgerà docenti esperti di data journalism , disinformazione, social media, appartenenti ad organizzazioni internazionali, tra cui Google (altro…)

Facebook e Cambridge Analytica, terza puntata.

Siamo arrivati alla terza puntata della questione Facebook/Cambridge Analytica. Di seguito un nuovo commento di Marco Dal Pozzo, l’intervento di Michele Mezza a #digitRoma che spiega, il 2 febbraio scorso, la questione e alcune ns riflessioni passate sulle “regole” dei social media. 

***

Non è solo il fatto che stia passando in secondo piano la questione dell’uso dei dati (trasparenza degli algoritmi) a vantaggio di quella della privacy tout court che deve allarmare nella (altro…)

Facebook e Cambridge analytica, non è solo questione di privacy!

Pubblichiamo un commento di Marco Dal Pozzo  sulla vicenda di Facebook e Cambridge Analytica.

 

 

C’è un aspetto della vicenda di Facebook e Cambridge Analytica che, a mio avviso, rischia di passare sotto la traccia del mainstream. La questione della violazione della privacy, per quanto delicata, credo stia prendendo il sopravvento su ciò che con la violazione della privacy si realizza.

 

 

Mi spiego: se la cessione dei dati personali è cosa che può ritenersi più (altro…)

Le inchieste di Guardian e New York Times su Cambridge Analytica: la violazione di dati personali di 50 milioni di utenti usando Facebook, che cosa è successo

Secondo due documentate inchieste del Guardian e del New York Times la società Cambridge Analytica ha violato i profili Facebook di 50 milioni di utenti per ottenere i loro dati personali in un dei più vasti data breach ,  ovvero violazione di dati personali, della storia. Cambridge Analytica è legata all’ex consigliere di Trump, Steve Bannon ed ha collaborato nelle campagne elettorali di Donald Trump stesso e in quella a favore (altro…)