Archivi categoria: Senato della Repubblica

Il Presidente Casellati in visita a Como: «Distretto lariano esempio dell’Italia operosa, candidatura Unesco ne esalta storia e tradizione d’impresa» 

Giovedì 16 5 2019

«Como è espressione di un’Italia bella, concreta e operosa che da sempre progetta, investe e guarda al futuro. La candidatura a Città Creativa dell’Unesco porterà all’attenzione del mondo il profondo legame che qui unisce la tradizione all’innovazione tecnologica, i mestieri antichi alle nuove imprese, l’arte alla sua filiera produttiva e che nella lavorazione della seta ha dato prova di indiscussa eccellenza».

Lo ha detto il Presidente del Senato Elisabetta Casellati intervenendo ad un’assemblea alla Camera di Commercio nel corso della sua visita istituzionale a Como.

«Questo territorio ha un patrimonio ambientale e paesaggistico integrato in una cornice naturale unica che sin dall’antichità ha ispirato scrittori e poeti e che ogni anno conquista quasi un milione e mezzo di turisti – ha aggiunto il Presidente Casellati – il turismo rappresenta dunque un canale strategico di sviluppo a cui guardare».

«La forza del distretto produttivo lariano sta nell’aver investito sempre sul suo capitale umano e sul protagonismo del territorio. In questo senso la recente fusione delle Camere di Commercio di Como e di Lecco assume un valore strategico: unirsi significa cooperare, condividere, aggregare, potenziare i legami esistenti e creare nuove interconnessioni. È una fusione che esalta il ruolo di Como e tutto il distretto del Lario come crocevia strategico per il Nord Ovest e per l’intero Paese» ha concluso.

da: www.senato.it

L’utilizzo, la riproduzione, l’estrazione di copia, ovvero la distribuzione delle informazioni testuali e degli elementi multimediali disponibili sul sito del Senato è autorizzata esclusivamente nei limiti in cui la stessa avvenga nel rispetto dell’interesse pubblico all’informazione, per finalità non commerciali, garantendo l’integrità degli elementi riprodotti e mediante indicazione della fonte.

Giornata della famiglia

Mercoledì 15 5 2019

“Aiutare le famiglie vuol dire aiutare il Paese. Sostenerle vuol dire immaginare il futuro. Difenderle vuol dire pensare al bene collettivo e non all’interesse individuale”. Lo ha ricordato il Presidente del Senato Elisabetta Casellati in occasione della “Giornata della Famiglia” voluta dalle Nazioni Unite.
“La famiglia è il primo nucleo, il fondamento della società e come tale deve essere tutelata. Ed è responsabilità della politica farlo. Essere più attenti ai bisogni, soprattutto delle giovani coppie o dei nuclei familiari più numerosi, “blindandoli” con un welfare adeguato – ha aggiunto il Presidente – significa gettare le basi per una società più equa e meno fragile, più in linea con le aspirazioni di una grande democrazia”.

da: www.senato.it

L’utilizzo, la riproduzione, l’estrazione di copia, ovvero la distribuzione delle informazioni testuali e degli elementi multimediali disponibili sul sito del Senato è autorizzata esclusivamente nei limiti in cui la stessa avvenga nel rispetto dell’interesse pubblico all’informazione, per finalità non commerciali, garantendo l’integrità degli elementi riprodotti e mediante indicazione della fonte.

Intervento del Presidente Casellati alla presentazione del libro di Carlo Nordio

Mercoledì 15 5 2019

«Non c’è vera libertà e vera sicurezza senza un sistema giudiziario efficiente che presidi e tuteli in maniera tempestiva i bisogni e i diritti dei cittadini».
Lo ha detto il Presidente del Senato Elisabetta Casellati nel corso della presentazione del libro “La stagione dell’indulgenza e i suoi frutti avvelenati” di Carlo Nordio che si è svolta stamattina a Palazzo Madama.
Il Presidente Casellati ha aggiunto: «La prima garanzia di efficacia della risposta giudiziaria è collegata alla sua tempestività. Penso allora all’eccessiva durata dei processi, sottolineata in più passaggi del libro di Nordio, in particolare laddove si evidenzia che essa è dannosa per l’economia perché “questa lunghezza esasperata ci costa una perdita pari a quasi il 2% del PIL”. I dati relativi alla durata dei processi sono allarmanti. Il 20 per cento dei procedimenti incardinati nei tribunali e oltre il 40 per cento di quelli presso le Corti di Appello sono a rischio di legge Pinto».
«Per contrastare questi fenomeni e ridare credibilità alla nostra giustizia, occorre uno sforzo comune che richiami alle proprie responsabilità tutti i soggetti coinvolti. Uno sforzo che non si limiti a rincorrere esigenze congiunturali: non serve una legislazione dell’emergenza. C’è invece l’emergenza di riforme normative strutturali e di sistema tanto sul piano del diritto sostanziale quanto sul piano processuale» ha concluso.

da: www.senato.it

L’utilizzo, la riproduzione, l’estrazione di copia, ovvero la distribuzione delle informazioni testuali e degli elementi multimediali disponibili sul sito del Senato è autorizzata esclusivamente nei limiti in cui la stessa avvenga nel rispetto dell’interesse pubblico all’informazione, per finalità non commerciali, garantendo l’integrità degli elementi riprodotti e mediante indicazione della fonte.

Mercoledì 15 Maggio 2019 – 113ª Seduta pubblica : Comunicato di seduta

Seduta
Ora inizio: 09:33

L’Assemblea ha avviato l’esame del ddl n. 1249, conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 29 marzo 2019, n. 27, recante disposizioni urgenti in materia di rilancio dei settori agricoli in crisi e di sostegno alle imprese agroalimentari colpite da eventi atmosferici avversi di carattere eccezionale e per l’emergenza nello stabilimento Stoppani, sito nel Comune di Cogoleto, già approvato dalla Camera dei deputati.

Il relatore, sen. Vallardi (L-SP), ha illustrato il testo che si compone di 25 articoli, divisi in 6 Capi, recanti misure di sostegno per i settori lattiero-caseario, olivicolo-oleario, agrumicolo, ittico, misure di sostegno e promozione dei settori agroalimentari in crisi, messa in sicurezza dello stabilimento di Stoppani.

Il relatore di minoranza De Bonis ha posto l’accento sulle lacune del decreto e sull’impossibilità di migliorare ulteriormente il testo modificato dalla Camera.

da: www.senato.it

L’utilizzo, la riproduzione, l’estrazione di copia, ovvero la distribuzione delle informazioni testuali e degli elementi multimediali disponibili sul sito del Senato è autorizzata esclusivamente nei limiti in cui la stessa avvenga nel rispetto dell’interesse pubblico all’informazione, per finalità non commerciali, garantendo l’integrità degli elementi riprodotti e mediante indicazione della fonte.

Il Presidente del Senato in visita istituzionale a Como e Monza il 16 e 17 maggio

Martedì 14 5 2019
Il Presidente del Senato Elisabetta Casellati sarà a Como e a Monza il prossimo 16 e 17 maggio per una serie di incontri istituzionali e con le varie realtà del territorio.
Il primo appuntamento, giovedì pomeriggio, alle 15.30, è alla Camera di Commercio di Como dove vedrà, tra gli altri, il sindaco Mario Landriscina, il Presidente della “Fondazione Alessandro Volta”, Luca Levrini, i Presidenti della Camera di Commercio, Marco Galimberti, di Confindustria Como, Aram Manoukian, di Confcommercio, Giovanni Ciceri, di Confartigianato, Roberto Galli.
Dopo un breve giro della città assieme alle autorità locali, in serata il Presidente del Senato prenderà parte all’evento “Da Galileo Galilei allo sbarco sulla luna” che si terrà al Teatro sociale di Como in occasione della Giornata Internazionale della Luce.
Il 17 maggio il Presidente Casellati visiterà l’Associazione di volontariato “Cometa” e lo stabilimento industriale Artsana, quindi si sposterà a Monza dove, a Villa Reale, incontrerà il sindaco Dario Allevi e gli imprenditori di Assolombarda presieduti da Carlo Bonomi.
Alle 15.30, quale momento conclusivo della visita istituzionale, è prevista una visita alla Comunità “Il Paese ritrovato” che ospita chi soffre del morbo di Alzheimer.

da: www.senato.it

L’utilizzo, la riproduzione, l’estrazione di copia, ovvero la distribuzione delle informazioni testuali e degli elementi multimediali disponibili sul sito del Senato è autorizzata esclusivamente nei limiti in cui la stessa avvenga nel rispetto dell’interesse pubblico all’informazione, per finalità non commerciali, garantendo l’integrità degli elementi riprodotti e mediante indicazione della fonte.

Martedì 14 Maggio 2019 – 112ª Seduta pubblica : Comunicato di seduta

Seduta
Ora inizio: 16:35

La Conferenza dei Capigruppo ha stabilito che questa settimana i lavori dell’Assemblea si concentrino nelle giornate di oggi e domani (ddl sul voto di scambio e decreto-legge per il rilancio del settore agricolo) e prosegua in Commissione l’esame del decreto sblocca cantieri che giungerà in Aula, insieme al ddl collegato sulla pubblica amministrazione, nelle sedute dal 28 al 30 maggio. La proposta del sen. Malan (FI) di inserire in calendario le mozioni su Radio radicale e la proposta del sen. Marcucci (PD) di introdurre la mozione di sfiducia al Governo sono state respinte.

L’Assemblea ha avviato l’esame del ddl n. 510-B, Modifica dell’articolo 416-ter del codice penale in materia di voto di scambio politico-mafioso, già approvato dal Senato e modificato dalla Camera dei deputati.

La relatrice, sen. Ricciardi (M5S), ha riferito sulla modifica del testo. La Camera, anche all’esito delle audizioni svolte, ha ritenuto di integrare la disposizione in base alla quale la promessa di procurare voti doveva provenire da soggetti la cui appartenenza all’associazione mafiosa fosse nota alla persona che conclude l’accordo elettorale, ciò al fine di scongiurare un eventuale restringimento dell’area della punibilità, per il fatto che la consapevolezza dell’appartenenza all’associazione mafiosa del soggetto promittente i voti si acquisirebbe soltanto in conseguenza di una sentenza giudiziale. Pertanto, al fine di estendere l’ambito di applicazione della disposizione, ha previsto che i voti siano promessi o procurati in alternativa da soggetti appartenenti ad associazioni mafiose ovvero da soggetti che si avvalgono della forza di intimidazione del vincolo associativo e della condizione di assoggettamento e di omertà che ne deriva. Inoltre, un ulteriore emendamento approvato ha novellato il secondo comma dell’articolo 416-ter estendendo l’applicazione della norma anche all’accordo tra il politico e il mafioso, raggiunto anche a mezzo intermediari.

da: www.senato.it

L’utilizzo, la riproduzione, l’estrazione di copia, ovvero la distribuzione delle informazioni testuali e degli elementi multimediali disponibili sul sito del Senato è autorizzata esclusivamente nei limiti in cui la stessa avvenga nel rispetto dell’interesse pubblico all’informazione, per finalità non commerciali, garantendo l’integrità degli elementi riprodotti e mediante indicazione della fonte.

Presidente Casellati riceve Prefetto di Roma

Martedì 14 5 2019

Il Presidente del Senato Elisabetta Casellati ha ricevuto oggi nello Studio di Palazzo Madama, il Prefetto di Roma, Gerarda Pantalone. L’incontro è avvenuto nella prospettiva di una collaborazione tra le istituzioni.

da: www.senato.it

L’utilizzo, la riproduzione, l’estrazione di copia, ovvero la distribuzione delle informazioni testuali e degli elementi multimediali disponibili sul sito del Senato è autorizzata esclusivamente nei limiti in cui la stessa avvenga nel rispetto dell’interesse pubblico all’informazione, per finalità non commerciali, garantendo l’integrità degli elementi riprodotti e mediante indicazione della fonte.

Centenario della fondazione di "Save The Children": dichiarazione del Presidente Casellati

Lunedì 13 5 2019

“Ognuno di noi ha il dovere di sostenere la causa di “Save The Children. E ringrazio di cuore chi si batte ogni giorno per salvare la vita ai bambini che sono le vittime più indifese di guerre e carestie”. Lo dichiara il Presidente del Senato Elisabetta Casellati in occasione del centenario della fondazione di “Save The Children”.
“Le violenze e gli abusi contro i bambini sono crimini contro l’umanità e il lavoro svolto da “Save the Children” in 100 anni di storia è un contributo decisivo per riparare alle tante ingiustizie del mondo e per costruire una società più giusta, solidale e consapevole”, aggiunge il Presidente.
“Senza l’impegno dei suoi attivisti, senza lo sforzo dei suoi volontari, migliaia di bambini non sarebbero sopravvissuti all’orrore dei conflitti e alle conseguenze di povertà e malattie”, conclude.

da: www.senato.it

L’utilizzo, la riproduzione, l’estrazione di copia, ovvero la distribuzione delle informazioni testuali e degli elementi multimediali disponibili sul sito del Senato è autorizzata esclusivamente nei limiti in cui la stessa avvenga nel rispetto dell’interesse pubblico all’informazione, per finalità non commerciali, garantendo l’integrità degli elementi riprodotti e mediante indicazione della fonte.

GIORNATA DELL’EUROPA, CASELLATI RICORDA ALDO MORO: «FU PROTAGONISTA DEL PROCESSO DI INTEGRAZIONE»

Giovedì 9 5 2019

«Oggi è un giorno importante per la costruzione dell’Europa: il 9 maggio del 1950 il ministro degli esteri francese Robert Schuman pronunciò la dichiarazione che ha dato il via al processo di integrazione europea. E in questa giornata nella quale celebriamo la nascita dell’Europa, diventa ancora più doveroso ricordare la figura, l’esempio e il lascito politico e culturale di Aldo Moro di cui oggi ricorre la crudele scomparsa. Proprio lui, il compianto statista democristiano, è stato uno dei protagonisti del processo successivo di costruzione dell’Europa». Lo afferma il Presidente del Senato Elisabetta Casellati in occasione della “Giornata dell’Europa”.
«Quest’anno – aggiunge il Presidente – celebriamo anche i 40 anni della prima elezione diretta del Parlamento europeo. E fu proprio Aldo Moro, allora capo del governo, a presiedere il Consiglio europeo del dicembre 1975 che sancì la svolta. Un percorso che proprio Moro, in uno dei suoi ultimi discorsi, chiuse illustrando, da relatore alla Camera, l’atto relativo all’elezione a suffragio universale diretto del Parlamento europeo».
«E alla vigilia del voto in Europa, mutuando la riflessione di Aldo Moro, è doveroso ricordare che la scelta di far esprimere il popolo europeo per eleggere la sua rappresentanza non è importante solo dal punto di vista giuridico, ma lo è ancora di più sotto il profilo morale e politico “perché è la manifestazione di una capacità di crescita interna, inserita nel contesto europeo”», dichiara ancora il Presidente Casellati.
«Il Servizio Studi del Senato per l’occasione, ha raccolto in un dossier tutti gli atti parlamentari che illustrano come l’Italia si preparò all’appuntamento con le prime elezioni dirette del Parlamento Europeo: una pubblicazione importante, che dovrebbero leggere soprattutto i giovani, perché dà la possibilità di prepararsi in modo consapevole a questo momento cruciale per la democrazia europea», conclude.

da: www.senato.it

L’utilizzo, la riproduzione, l’estrazione di copia, ovvero la distribuzione delle informazioni testuali e degli elementi multimediali disponibili sul sito del Senato è autorizzata esclusivamente nei limiti in cui la stessa avvenga nel rispetto dell’interesse pubblico all’informazione, per finalità non commerciali, garantendo l’integrità degli elementi riprodotti e mediante indicazione della fonte.

GIORNO DELLA MEMORIA SUL TERRORISMO, CASELLATI: «IMPORTANTE RICORDARE TUTTE LE VITTIME»

Giovedì 9 5 2019

«Bisogna coltivare il ricordo. Non c’è Paese senza memoria. Non ci può essere un’idea di futuro senza gli insegnamenti del passato». Lo ha detto il Presidente del Senato Elisabetta Casellati nella “Giornata nazionale in memoria delle vittime del terrorismo” che si celebra oggi.
«Nella giornata in cui lo Stato italiano ha scelto di onorare il ricordo delle vittime del terrorismo – ha aggiunto il Presidente Casellati – ritengo doveroso rivolgere un pensiero particolare a tutti coloro che non hanno mai avuto una pagina dedicata nei manuali di storia. E mi riferisco a chi ha perso la vita non in quanto bersaglio di mani assassine, ma solo perché si trovava al posto sbagliato e nel momento sbagliato».
«Penso agli agenti delle scorte, agli autisti, alle vittime inermi delle stragi: alle 85 persone che si trovavano a passare per la stazione di Bologna in quel terribile 2 agosto 1980 o a chi era all’interno della Banca dell’Agricoltura il 12 dicembre 1969, solo per citarne alcuni. Elencare i loro nomi significa sgranare un rosario doloroso che va ad aggiungersi ai magistrati, i politici, i docenti universitari, i funzionari, i sindacalisti, i giornalisti, gli uomini delle forze dell’ordine che sono caduti nell’esercizio del proprio dovere. Ma tra coloro che hanno perso la vita in atti terroristici non ci sono vittime di serie A o di serie B: hanno tutti lo stesso peso e lo stesso diritto a non cadere nell’oblio e a ottenere giustizia e verità» ha concluso.

da: www.senato.it

L’utilizzo, la riproduzione, l’estrazione di copia, ovvero la distribuzione delle informazioni testuali e degli elementi multimediali disponibili sul sito del Senato è autorizzata esclusivamente nei limiti in cui la stessa avvenga nel rispetto dell’interesse pubblico all’informazione, per finalità non commerciali, garantendo l’integrità degli elementi riprodotti e mediante indicazione della fonte.