Cinquantesimo anniversario della fondazione della Comunità Papa Giovanni XXIII: messaggio del Presidente Casellati

Venerdì 7 12 2018

“Cinquant’anni di solidarietà, di aiuto a chi è rimasto indietro, alle donne sfruttate, ai poveri, agli ultimi, in tutto il mondo, tutti i giorni. In occasione del cinquantesimo anniversario della fondazione della Comunità Papa Giovanni XXIII, rivolgo ai religiosi, ai volontari e a tutti gli ospiti, anche a nome del Senato del Repubblica, i più affettuosi auguri e il mio grazie per tutto quello che hanno fatto, che fanno quotidianamente e che faranno in futuro”.
Lo dichiara il Presidente del Senato, Elisabetta Casellati, nella giornata in cui la Comunità Papa Giovanni XXIII festeggia a Rimini, alla presenza del Presidente della Repubblica, i 50 anni dalla sua fondazione.
“Chi come me ha avuto il privilegio di conoscere Don Oreste Benzi e di collaborare con lui per provvedimenti a favore delle donne ridotte in schiavitù e per garantire un futuro dignitoso a chi nella vita aveva commesso degli errori, porterà sempre con sé un po’ di quell’energia contagiosa e di quella visione che non conosceva ostacoli. Se oggi la sua comunità assiste in tutti gli angoli del mondo oltre 40 mila persone, con più di 200 case famiglie solo in Italia, comunità terapeutiche, centri di accoglienza, mense per i poveri, case di preghiera e presidi nelle aree di guerra, lo si deve proprio a quella capacità di contagiare gli altri con il bene, con il sorriso, con la spiritualità. Il progetto di Don Oreste, “essere famiglia con chi non ce l’ha”, rende tutti noi migliori e offre a ogni essere umano una speranza, la speranza della vita”.

Tratto da www.senato.it

Nota sul Copyright: L’utilizzo, la riproduzione, l’estrazione di copia, ovvero la distribuzione delle informazioni testuali e degli elementi multimediali disponibili sul sito del Senato della Repubblica è autorizzata esclusivamente nei limiti in cui la stessa avvenga nel rispetto dell’interesse pubblico all’informazione, per finalità non commerciali, garantendo l’integrità degli elementi riprodotti e mediante indicazione della fonte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *