Dante Alighieri – Non canoscendo, amico, vostro nomo

 57 total views,  3 views today

Non canoscendo, amico, vostro nomo,
donde che mova chi con meco parla,
conosco ben che scienz’à di gran nomo,
sì che di quanti saccio nessun par l’à:
ché si pò ben canoscere d’un omo,
ragionando, se ha senno, che ben par là;
conven poi voi laudar sanza far nomo,
è forte a lingua mia di ciò com parla.
Amico (certo sonde, acciò ch’amato
per amore aggio), sacci ben, chi ama,
se non è amato, lo maggior dol porta;
ché tal dolor ten sotto suo camato
tutti altri, e capo di ciascun si chiama:
da ciò ven quanta pena Amore porta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.