"Decreto Genova", inizio esame per il parere

La V Commissione Bilancio, in sede consultiva, ai fini dell’espressione del parere all’Assemblea, ha esaminato le seguenti proposte di legge: Norme per la valorizzazione e la promozione dei prodotti agroalimentari provenienti da filiera corta, a chilometro zero o utile (C. 183-A ed emendamenti – Rel. Lovecchio, M5S), esprimendo parere favorevole sul testo con condizioni volte a garantire il rispetto dell’articolo 81 della Costituzione, e parere su emendamenti; Disposizioni in materia di reati contro il patrimonio culturale (C. 893-A ed emendamenti – Rel. Pretto, LEGA), esprimendo parere favorevole sul testo.

A seguire, ai fini dell’espressione del parere alle Commissioni riunite VIII Ambiente e IX Trasporti, la Commissione ha avviato l’esame del decreto legge n. 109/2018, recante Disposizioni urgenti per la città di Genova, la sicurezza della rete nazionale delle infrastrutture e dei trasporti, gli eventi sismici del 2016 e 2017, il lavoro e le altre emergenze (C. 1209 Governo – Rel. Gabriele Lorenzoni, M5S).

In sede di deliberazione di rilievi su Atti del Governo, ai fini dell’espressione di rilievi alle Commissioni riunite XI Lavoro e XII Trasporti, la Commissione ha proseguito l’esame dello Schema di decreto ministeriale recante regolamento per l’applicazione delle norme in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro nell’ambito delle articolazioni centrali e periferiche della Polizia di Stato, del Dipartimento dei vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile, del Corpo nazionale dei vigili del fuoco nonché delle strutture del Ministero dell’interno destinate per finalità istituzionali all’attività degli organi con compiti in materia di ordine e sicurezza pubblica (Atto n. 43 – Rel. Cestari, LEGA).

Tratto da: www.camera.it
Nota sul Copyright: L’utilizzo, la riproduzione, l’estrazione di copia, ovvero la distribuzione delle informazioni testuali e degli elementi multimediali disponibili sul sito della Camera dei deputati è autorizzata esclusivamente nei limiti in cui la stessa avvenga nel rispetto dell’interesse pubblico all’informazione, per finalità non commerciali, garantendo l’integrità degli elementi riprodotti e mediante indicazione della fonte.