EUROPA/ITALIA – Il “Don Bosco Global Youth Film Festival”, il festival cinematografico “col sapore della missione”

 13 total views,  1 views today

Roma – Mondo, giovani, cinema e missione. Sono questi gli ingredienti principali della I edizione del “Don Bosco Global Youth Film Festival”, festival cinematografico salesiano di portata mondiale, in programma il 18 e 19 novembre prossimi in contemporanea in centinaia di luoghi diversi, lungo tutti i fusi orari del pianeta, con serata conclusiva e di premiazione il 19 sera a Torino . Sostenuto dalla Fondazione Don Bosco nel Mondo il Festival è un progetto che coinvolge i giovani dai 15 ai 30 anni di tutto il globo, attraverso l’elaborazione di cortometraggi.
“Don Bosco Global Youth Film Festival” cammina sulla visione di Papa Francesco com’è stato ricordato da Don Gildasio Mendes, Consigliere Generale per la Comunicazione Sociale “Il Papa ha spesso invitato i giovani ad essere artigiani del proprio futuro, li ha esortati ad essere capaci di sognare, di mettersi in gioco per ideali alti, li ha incoraggiati a diventare cittadini responsabili”.
Centosedici paesi del mondo rappresentati dagli oe 1600 lavori, suddivisi in 5 categorie, e caricati nella piattaforma web appositamente creata per il festival. La piattaforma, in cinque lingue , è la modalità che ha permesso a cineasti, giuria e pubblico di incontrarsi oe ogni confine geografico. “E’ un festival che senz’ao ha il sapore della missione – ha spiegato all’Agenzia Fides Don Harris Pakkam, Direttore del Festival – Sono arrivati lavori da villaggi sperduti della Papua Nuova Guinea, laddove siamo presenti con le nostre missioni; i missionari hanno accompagnato e motivato i nostri giovani a partecipare a questo festival”.
Tra i primi 10 Paesi per numero di cortometraggi inviati appaiono India, Iran, Italia, Stati Uniti d’America, Brasile, Spagna, Turchia, Francia, Argentina e Bangladesh. “La risposta così numerosa mi ha colpito con emozione, soprattutto pensando a Paesi come l’Iran dove da due anni non siamo più presenti come missionari per alcune difficoltà, ecco questa è stata la lezione più preziosa – ha commentato don Ángel Fernández Artime, Rettore Maggiore della Congregazione Salesiana, che ricordato la presenza dei Salesiani di Don Bosco in 134 Paesi – Abbiamo sognato una iniziativa del genere, a seguito della pandemia e del periodo complesso vissuto a livello mondiale, abbiamo pensato di dare la parola ai giovani di tutto il mondo e di fare una cosa bella e grande per loro come l’avrebbe fatta Don Bosco, calandola nel mondo di oggi”.
“Mossi dalla speranza” è il tema del festival che riprende il motto che il Rettore Maggiore ha diffuso in tutto il mondo come linea guida per le attività dell’anno e che ha ispirato i lavori giunti. Essi sono stati valutati da una Giuria preliminare composta da 100 rappresentanti di tutti i continenti, competenti in materia di cinema e mondo giovanile, che con un processo di tre fasi progressive ha ridotto i film eleggibili per le varie premiazioni a circa 110. La giuria, composta da 10 personalità distintesi nel campo della cinematografia, arte, cultura e comunicazione ha visionato i film e decretato i vincitori per tutte le categorie.

Link correlati :Piattaforma web Festival