EUROPA/ITALIA – Missionari in partenza, ripartenza e di ritorno: è sempre tempo di missione

 102 total views,  1 views today

Genova – “Vivere la missione è avventurarsi a coltivare gli stessi sentimenti di Cristo” aveva detto Papa Francesco nel messaggio per la Giornata Mondiale delle Missioni pubblicato il 6 gennaio 2021.
“E’ sempre tempo di missione, ma settembre, inizio di un nuovo anno sociale, ha una spinta in più. Per noi sacerdoti della Società per le Missioni Africane questo mese di settembre è un pò speciale: tante partenze e ripartenze per l’Africa”, scrive all’Agenzia Fides padre Marco Prada, in vista della 95a Giornata Mondiale delle Missioni che si celebrerà il 24 ottobre 2021.
Il missionario racconta di come, dopo un 2020 complicato per i viaggi internazionali a causa del Covid, il 2021 ha permesso maggiore movimento. “Abbiamo rivisto alcuni nostri confratelli, i quali ci hanno aggiornato sulla situazione dei Paesi in cui operano. Per primo è arrivato p. Silvano Galli dal Togo. A giorni riprenderà l’aereo, sempre per il Togo, ma non più per la sua amata Kolowaré, ma per un servizio come formatore in un seminario SMA nella capitale Lomé. Dalla Liberia sono arrivati, alternandosi, p. Lorenzo Snider e p. Walter Maccalli che ha potuto riabbracciare il fratello p. Pier Luigi, liberato dopo due anni di prigionia in Mali, rapito da estremisti islamici. Ha passato due mesi in Italia anche p. Matteo Revelli, parroco di una folta comunità di cristiani dell’Africa sub-sahariana nella città di Fès in Marocco. Dal Benin è venuto per rimanere in Italia p. Filippo Drogo il quale ha lasciato il seminario SMA di Calavi e si metterà a servizio del nostro istituto per i suoi bisogni qui in Italia. A giorni è atteso dall’Angola p. Angelo Besenzoni che negli ultimi due anni si è dedicato alla costruzione della Chiesa della sua nuova Parrocchia della Sacra Famiglia .”
P. Prada nella sua nota rileva inoe l’inizio della missione della SMA italiana in Centrafrica, dove si recheranno nelle prossime settimane p. Davide Camorani, don Michele Farina, e p. Carlos Bazzara . “I primi due lavoreranno nella Parrocchia di Monassao, fondata molti anni fa da missionari SMA francesi, e ora condotta da missionari polacchi. P. Carlos invece si inserirà nell’équipe dei formatori nel Seminario SMA di Bangui.”
I sacerdoti della Società per le Missioni Africane in totale sono presenti in 17 Paesi africani. In particolare i missionari SMA italiani operano in 7 di questi: Liberia, Costa d’Avorio, Togo, Benin, Niger, Marocco, Angola. A questi si aggiungerà tra poche settimane la Repubblica Centrafricana. Fuori del continente africano, la SMA italiana è presente da un anno a Tahiti, nella Polinesia Francese, dove lavora p. Sandro Lanfranconi e dove, stando alle ultime informazioni, sta dilagando il Covid, con un tasso di contagio di 14 volte superiore in due settimane. “Il tasso di incidenza ha raggiunto i 2.800 casi ogni 100.000 abitanti nella Polinesia francese, il più alto in Francia” ha dichiarato il presidente Edouard Fritch, che ha annunciato il lockdown con la chiusura di scuole, licei e università.