Gaspara Stampa – Così, senza aver vita, vivo in pene

Così, senza aver vita, vivo in pene,
e, vivendo ov’è gioia, non son lieta;
così fra viva e morta Amor mi tiene,
e vita e morte ad un tempo mi vieta.
Tal la sua sorte a ognun nascendo viene,
tal fu il mio aspro e mio crudo pianeta;
di sì rio frutto in sitibonde arene,
senza mai sparger seme, avien ch’io mieta.
E s’io voglio per me stessa finire
con la vita i tormenti, non m’è dato,
ché senza vita un uom non può colpire.
Qual fine Amore e ‘l ciel m’abbia serbato
io non so, lassa, e non posso ridire;
so ben ch’io sono in un misero stato.

13 Views
Don`t copy text!