In India un video sensibilizza i bambini che soffrono di parotite

di | 05/13/2022

Vaccino contro gli orecchioni non incluso nel programma di immunizzazione

Video Corrispondente comunitaria volontaria Shabnam Begum. Screenshot dal video di YouTube.

Questo post è stato scritto da Grace Jolliffe [en, come link successivi] ed è apparso originariamente su Video Volunteers, una premiata organizzazione internazionale di media comunitari con sede in India. Una versione modificata è pubblicata qui sotto come parte di un accordo di condivisione dei contenuti.

La parotite, una malattia virale altamente contagiosa, continua a diffondersi senza sosta in India, soprattutto perché il vaccino ampiamente disponibile non è incluso nel Programma di Immunizzazione Universale gratuito (UIP) dell’India. La corrispondente comunitaria volontaria Shabnam Begum ha prodotto un video che riporta l’epidemia in una scuola elementare nel villaggio di Danganj Bidur, Varanasi che ha richiamato l’attenzione su questo problema.

Shabnam, ex insegnante, viene da Varanasi, Uttar Pradesh. Ecco il suo video:

“Quando abbiamo guardato l’elenco delle presenze, ci siamo resi conto che molti bambini erano assenti. Abbiamo scoperto che i bambini avevano gli orecchioni”, dice Ramchand, un insegnante della scuola primaria.

Secondo l’OMS, la parotite è un’infezione causata da un virus e diffusa da uomo a uomo attraverso il contatto diretto o tramite goccioline trasportate dall’aria. Si tratta di una malattia infantile lieve, che colpisce più spesso i bambini tra i cinque e i nove anni. Tuttavia, il virus della parotite può infettare anche gli adulti, e quando lo fa, è più probabile che le eventuali complicazioni siano gravi. Le complicazioni della parotite possono includere meningite (fino al 15% dei casi), orchite e sordità. Molto raramente, gli orecchioni possono causare encefalite e danni neurologici permanenti.

I vaccini per prevenire le malattie sono disponibili dagli anni ’60 e, a livello globale, 120 paesi hanno incluso il vaccino contro gli orecchioni nel loro programma di immunizzazione nazionale. L’India, tuttavia, deve ancora seguire l’esempio.

Dopo che Shabnam ha prodotto il video di cui sopra, evidenziando l’epidemia, lo ha proiettato ai medici del Cholapur Community Health Centre a Cholapur block a Varanasi. I medici hanno poi visitato la scuola dove tutti gli studenti sono stati sottoposti a un controllo approfondito e sono stati dati dei farmaci.

“Il team di medici ha continuato le sue visite fino a quando tutti i bambini si sono ripresi. C’è voluto circa un mese perché tutti i bambini stessero meglio”, dice Ramchand.

Shabnam, che si occupa di salute, educazione, igiene e genere, dice che vorrebbe continuare a usare la sua macchina fotografica come strumento per amplificare le voci dei membri emarginati della sua comunità. E continuare a sensibilizzare e mobilitare la sua comunità.

Read More

Creative Commons LicensedUnless otherwise stated, all content created by Global Voices is published under a Creative Commons Attribution-Only license.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.