Interrogazioni a risposta immediata – Question time

Alle ore 15 ha avuto luogo lo svolgimento di interrogazioni a risposta immediata, trasmesse in diretta televisiva, sui seguenti argomenti: Intendimenti del Governo in ordine all’assunzione dei cosiddetti navigator, con particolare riferimento al rispetto delle norme costituzionali in materia di assunzioni nella pubblica amministrazione (Lollobrigida – FDI); Elementi e iniziative in merito all’ulteriore incremento dell’efficacia delle procedure di ricerca delle persone scomparse (Molinari – LEGA); Iniziative di competenza in relazione a presunti rapporti tra la ‘ndrangheta e alcuni amministratori di enti territoriali della Valle d’Aosta (Elisa Tripodi – M5S); Chiarimenti in merito ad asseriti rapporti tra il Ministro dell’interno e alcuni agenti della sicurezza in servizio sulle navi delle organizzazioni non governative, relativi alla raccolta di informazioni sull’esistenza di contatti tra gli scafisti e tali organizzazioni (Palazzotto – LEU); Chiarimenti in ordine alle condizioni e alla destinazione degli ospiti del centro di accoglienza per richiedenti asilo di Castelnuovo di Porto, recentemente oggetto di operazioni di sgombero, alla luce delle modifiche introdotte dal cosiddetto “decreto sicurezza” (Madia – PD); Iniziative volte all’abrogazione del divieto di contemporanea iscrizione a due corsi di laurea (Schullian – MISTO-MIN. LING); Iniziative volte a garantire una più ampia articolazione della rete di certificazione della conoscenza della lingua italiana ai fini dell’acquisto della cittadinanza a seguito di matrimonio (Fitzgerald Nissoli – FI).

Per il Governo sono intervenuti: la Ministra per la Pubblica amministrazione, Giulia Bongiorno; il Ministro dell’Interno, Matteo Salvini; il Ministro dell’Istruzione, dell’università e della ricerca, Marco Bussetti.

Tratto da: www.camera.it
Nota sul Copyright: L’utilizzo, la riproduzione, l’estrazione di copia, ovvero la distribuzione delle informazioni testuali e degli elementi multimediali disponibili sul sito della Camera dei deputati è autorizzata esclusivamente nei limiti in cui la stessa avvenga nel rispetto dell’interesse pubblico all’informazione, per finalità non commerciali, garantendo l’integrità degli elementi riprodotti e mediante indicazione della fonte.