Web Analytics

Static Wikipedia: Italiano -Inglese (ridotta) - Francese - Spagnolo - Tedesco - Portoghese
 
Esperanto - Napoletano - Siciliano - Estone - Quality - New - Chinese Standard  - Simple English - Catalan - Gallego - Euskera
Wikipedia for Schools: English - French - Spanish - Portuguese
101 free audiobooks - Stampa Alternativa - The Open DVD - Open Bach Project  - Libretti d'opera - Audiobook PG

Portale:Astronomia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Portale Astronomia
Sistema solare Sistema solare

Sole · Mercurio · Venere · Terra · Marte · Giove · Saturno · Urano · Nettuno · Pianeti nani · Asteroidi · Oggetti trans-nettuniani

Astronomia osservativa Astronomia osservativa

Telescopio · Osservatorio · Planetario · Eclissi · Stagioni · Costellazioni · Zodiaco

Corpi celesti Corpi celesti

Pianeti · Satelliti · Anelli · Planetesimi · Asteroidi · Pianeti nani · Comete · Bolidi · Meteoriti

Astrofisica Astrofisica

Evoluzione stellare · Variabili · Supernove · Nane bianche · Pulsar · Buchi neri · Diagramma H-R · Quasar · Gamma ray burst

Stelle e galassie Stelle e galassie

Stelle · Nebulose · Galassie · Ammassi · Superammassi · Filamenti · Vuoti · Struttura a grande scala dell'universo

Cosmologia Cosmologia

Big Bang · Costante cosmologica · Destino ultimo dell'universo · Inflazione · Materia oscura · Quintessenza · Nucleosintesi

Storia e didattica Storia e didattica

Astronomi celebri · Astronomia ottica · Archeoastronomia · Testi sull'astrofisica, sull'astronomia · Storia dell'astronomia

Scienze dello spazio Scienze dello spazio

Planetologia · Meccanica celeste · Astrochimica · Esogeologia · Esobiologia · Astronautica · Astrometria · Radioastronomia

Benvenuto! Benvenuto nel Portale Astronomia di it.wikipedia!

Il termine astronomia (dal greco αστρονομία = άστρον + νόμος) etimologicamente significa leggi delle stelle. Si tratta della scienza che si occupa dell'osservazione e dell'interpretazione dei fenomeni celesti. La sua materia di studio sono le origini e l'evoluzione, le proprietà fisiche, chimiche e temporali degli oggetti che formano l'Universo e dell'Universo stesso nel suo insieme.

Il Portale Astronomia vuole occuparsi di tutto ciò che riguarda la nostra conoscenza dello spazio e delle leggi fisiche che lo governano, ad eccezione dei temi strettamente legati all'esplorazione spaziale, di competenza del Portale Astronautica. Comprende aree comuni con la fisica quali l'astrofisica e la cosmologia.

Vuoi collaborare anche tu con il Portale? Aiutaci a completare gli stub di astronomia, oppure segnala come tali voci incomplete o stringate; inserisci nuove voci, magari traducendole dall'inglese ([1]), dal francese ([2]), dal tedesco ([3]), dallo spagnolo ([4]) o dal portoghese ([5]); oppure segnala nell'apposito box eventuali voci di astronomia che ancora mancano su it.wiki. Il punto di ritrovo per i collaboratori alle voci di astronomia è il Progetto:Astronomia.

Immagine:NeveFooter.gif
In evidenza In evidenza

Satelliti naturali di Plutone ~ L'Unione Astronomica Internazionale ha formalmente tenuto a battesimo i due nuovi satelliti naturali di Plutone scoperti l'anno scorso grazie alle immagini catturate dal telescopio spaziale Hubble; su proposta degli scopritori, il più interno è stato denominato Notte, divinità del buio secondo la mitologia greca, e il più esterno Idra, come il serpente policefalo che sta a guardia dell'Oltretomba. Le iniziali dei nomi dei due satelliti, NH (dall'inglese Nyx e Hydra), ricordano la missione New Horizons, che raggiungerà il sistema di Plutone nel 2015.

Gas intergalattici ~ Osservazioni effettuate tramite il telescopio spaziale Chandra hanno rivelato la presenza di due immense nubi intergalattiche composte da barioni (gli elementi costituenti della materia visibile dell'universo); numerose teorie prevedevano l'esistenza di grandi quantità di simili gas caldi negli spazi intergalattici. "I barioni osservati all'interno delle galassie sono circa la metà di quelli che, secondo le attuali teorie cosmologiche, furono generati dal Big Bang; potremmo aver individuato la metà mancante", ha dichiarato Fabrizio Nicastro dell'Harvard-Smithsonian Center for Astrophysics.

Immagine:NeveFooter2.gif
Maratona Maratona

MARATONA CRATERI LUNARI

La Wikipedia inglese contiene una vasta categoria comprendente circa 1400 voci dedicate ai crateri lunari. L'obiettivo di lungo periodo è quello di tradurre le voci in italiano, sfruttando i template Esogeologia e CratereLunare (specifici di it.wiki - vedi box più sotto) e integrando con i dati provenienti dall'USGS.

  • (EN) Category: Craters on the Moon
  • Abbe (cratere): pagina-modello per le schede dei crateri (può essere utile copiarne il codice sorgente in una nuova pagina e poi ricompilarlo con le informazioni del nuovo cratere, per ottenere la massima uniformità delle schede).

Stato attuale: 273/1449 - 18,9% (al 29 marzo 2007)

Clicca qui per aderire alla maratona o commentarne lo svolgimento.

    

Ultimi aggiunti 
· Alter
· Orlov
· Orontius
· Ostwald
· Ohm
· Oken
· Olbers
· Gagarin
· Furnerius


Immagine:NeveFooter2.gif
Voce del mese La voce del mese

Sciovinismo del carbonio.

In xenobiologia lo sciovinismo del carbonio è il punto di vista secondo il quale il carbonio è necessariamente la base di tutta la vita sugli altri pianeti, in quanto le sue proprietà chimiche e termodinamiche lo rendono di gran lunga superiore a tutti gli altri elementi. Ci sono, comunque, diverse altre basi possibili per la vita, con diversi gradi di plausibilità.

L'altra base proposta più comunemente è il silicio, in quanto questo elemento ha molte proprietà chimiche simili a quelle del carbonio. Il silicio ha comunque alcuni svantaggi come analogo del carbonio; ad esempio il diossido di silicio (l'analogo del diossido di carbonio) è un solido non-solubile nell'arco di temperature in cui l'acqua è allo stato liquido, rendendo difficile che il silicio venga introdotto in sistemi biochimici a base d'acqua, anche se da questo fosse possibile costruire la gamma necessaria di molecole biochimiche. In generale, lunghe catene complesse di molecole basate sul silicio sono più instabili delle loro controparti col carbonio.

Infine, delle varie molecole identificate nello spazio interstellare fino al 1998, 84 sono basate sul carbonio e 8 sul silicio. Inoltre, degli 8 composti a base di silicio, quattro comprendono anche il carbonio. Ciò suggerisce che esista una più grande varietà di composti complessi di carbonio nel cosmo, riducendo le fondamenta su cui costruire delle biologie a base di silicio. L'abbondanza cosmica del carbonio rispetto al silicio e di 3,5 a 1.

Continua a leggere la voce...

    

    

L'IMMAGINE DEL MESE

L'astronauta statunitense Eugene Cernan a bordo del Lunar Roving Vehicle, durante una delle prime esplorazioni della superficie lunare nel corso della missione spaziale Apollo 17.

   

Immagine:NeveFooter2.gif
Curiosità Lo sapevi che...?
  • Callisto (nell'immagine) è di gran lunga il satellite più pesantemente craterizzato del sistema solare. A parte i crateri, la sua superficie non presenta altre formazioni geologiche di rilievo; questo dipende probabilmente dalla sua natura ghiacciata, e dal fatto che i crateri e le montagne più grandi vengono cancellati dallo scorrimento del ghiaccio durante tempi geologici.
  • Nel 1920 Arthur Eddington, sulla base di precise misure atomiche da parte di F.W Aston, fu il primo a suggerire che le stelle ottenessero la loro energia dalla fusione nucleare di idrogeno in elio. Nel 1928 George Gamow derivò quello che è oggi chiamato il fattore Gamow, una formula quanto-meccanica che dà la probabilità di portare due nuclei sufficientemente vicini perché l'entità della forza nucleare forte possa superare la barriera di Coulomb.
Immagine:NeveFooter2.gif
Risorse utili Risorse utili
Immagine:NeveFooter2.gif


Almanacco Almanacco - 12 aprile
Immagine:NeveFooter.gif
Icona Voci richieste
  1. Düsseldorf-Bilk - 20
  2. Orbita prograda - 19
    (redirect a moto progrado)
  3. Harvard College Observatory - 18
  4. Hermann Mayer Salomon Goldschmidt - 17
  5. Cornelis Johannes van Houten - 16
  6. Ingrid van Houten-Groeneveld - 16
  7. Lyudmila Ivanovna Chernykh - 16
  8. Schelte J. Bus - 16
  9. Edward L. G. Bowell - 15
  10. Eleanor F. Helin - 15
  11. Expedition 16 - 15
  12. Lyudmila Vasil'evna Zhuravleva - 15
  13. Nikolai Stepanovich Chernykh - 15
  14. Atmosfera di Urano - 14
  15. Claes-Ingvar Lagerkvist - 14
  16. Henri Debehogne - 14
  17. Kazuo Watanabe - 14
  18. Lyudmila Georgievna Karachkina - 14
  19. Mercurio nella fantascienza - 14
  20. Piccola Macchia Scura - 14
  21. Robert H. McNaught - 14
  22. Spazio interstellare - 14
  23. Tamara Mikhailovna Smirnova - 14
  24. Vita su Marte - 14
  25. Asteroide di tipo C - 13
  26. Freimut Börngen - 13
  27. Marte (astrologia) - 13
  28. Osamu Muramatsu - 13
  29. Osservazione di Urano - 13
  30. Parametri orbitali di Urano - 13
  31. Seiji Ueda - 13
  32. Anello Adams - 12
  33. Anello Galle - 12
  34. Anello Le Verrier - 12
  35. Atmosfera di Tritone - 12
  36. Eric Walter Elst - 12
  37. George Bishop - 12
  38. Henry E. Holt - 12
  39. Lutz D. Schmadel - 12
  40. Nettuno (astrologia) - 12

Immagine:NeveFooter2.gif
Icona Collabora anche tu!

Il punto di ritrovo per i collaboratori alle voci di argomento astronomico è il Progetto:Astronomia!


Voci correlate
- Portale Fisica | Astronautica | Fantascienza
- Commons: Astronomia
- Commons: albero delle categorie
- (EN) WikiSource: Astronomia

Immagine:NeveFooter2.gif