Scarica l'intero archivio delle opere in HTML in un unico file .zip

oppure vai alla selezione Liber Liber di classicistranieri.com

 

Questo sito usa dei cookie per migliorare la vostra esperienza di navigazione. Continuando la navigazione accettate l'uso dei cookie (Altre informazioni)

6.2.2.2.3        Anteprima a Mosaico


Preview_Start_Size=n Imposta la dimensione di partenza dell'anteprima a mosaico a n pixels
+SPn Lo stesso di Preview_Start_Size=n
Preview_End_Size=n Imposta la dimensione finale dell'anteprima a mosaico a n pixels
+Epn Lo stesso di Preview_End_Size=n



Normalmente, mentre si sta sviluppando una scena, si fanno molti rendering di prova a bassa risoluzione per vedere se gli oggetti sono posizionati correttamente. Spesso la bassa risoluzione non dà sufficiente dettaglio e quindi devi renderizzare la scena ad una risoluzione più alta. Una funzione chiamata anteprima a mosaico (mosaic preview) risolve questo problema renderizzando automaticamente l'immagine in fasi successive. I primi passaggi forniscono una grossolana rappresentazione dell'intera immagine usando grossi blocchi di pixel che assomigliano a piastrelle di un mosaico. L'immagine è poi raffinata usando risoluzioni più alte ai passaggi successivi. Questo metodo di visualizzazione mostra molto velocemente l'intera immagine a bassa risoluzione permettendoti di controllare i problemi di maggiore entità della scena. Man mano che l'immagine viene migliorata puoi concentrare la tua attenzione sui dettagli come ombre e texture. Non c'è bisogno di attendere un rendering a risoluzione piena per trovare i problemi dato che il rendering può essere interrotto in qualsiasi momento per correggere la scena o, se le cose vanno bene, può essere fatto proseguire per renderizzare la scena ad alta qualità e risoluzione.

Per usare questa funzione si devono prima selezionare i valori di altezza e di larghezza dell'immagine finale. L'anteprima a mosaico viene inserita specificando quanto grandi devono essere le 'tessere' del mosaico al primo passaggio, usando
Preview_Start_Size=n o +SPn. Il numero n deve essere maggiore di zero ed uguale ad una potenza di 2 (1, 2, 4, 8, 16, 32, ecc.). Se non è una potenza di 2 gli viene sostituita la potenza di 2 immediatamente minore. Questo imposta la dimensione dei quadrati in pixel. Un valore di 16 disegnerà un punto ogni 16 con un quadrato di 16x16 punti al primo passaggio. I passaggi successivi useranno la metà del valore precedente (8x8, 4x4 e così via).

Il processo prosegue fino a raggiungere una dimensione di 1x1 punti o fino a raggiungere la dimensione impostata col parametro
Preview_End_Size=n o +EPn. Di nuovo il valore di n deve essere un numero maggiore di zero, uguale ad una potenza di 2 e minore o uguale a Preview_Start_Size. Se non è una potenza di 2 viene sostituita la potenza di 2 immediatamente minore. Il valore predefinito per Preview_End_Size è 1. Se viene impostato ad un valore minore di 1 i passaggi termineranno prima di raggiungere la dimensione 1x1 ma POV-Ray terminerà comunque con un rendering a piena risoluzione. Per esempio se vuoi un singolo passaggio 8x8 prima di renderizzare l'immagine definitiva, imposta Preview_Start_Size=8 e Preview_End_Size=8.
L'immagine non viene salvata su file fino a quando non si sia raggiunto il passaggio 1x1. Sebbene i passaggi preliminari renderizzino solo i punti necessari il passaggio 1x1 renderizza nuovamente ogni pixel in modo che l'antialiasing ed il salvataggio dell'immagine funzionino correttamente. Ciò causa una maggiore durata del rendering (fino al 25% in più) e quindi si suggerisce di non usare l'anteprima a mosaico per il rendering finale. Inoltre poiché il file non viene salvato fino all'ultimo passaggio i rendering interrotti prima non possono venire recuperati senza ricominciare dall'inizio. Future versioni di POV-Ray includeranno file temporanei che elimineranno queste inefficienze. L'anteprima a mosaico resta comunque una utile opzione per fare rendering di prova.