Mercoledì 7 Novembre 2018 – 55ª Seduta pubblica : Comunicato di seduta

Seduta
Ora inizio: 09:35

L’Assemblea ha ripreso la discussione di fiducia sul ddl n. 840, di conversione in legge del decreto-legge 4 ottobre 2018, n. 113, noto come decreto sicurezza pubblica.

Il provvedimento che è composto di 40 articoli, suddivisi in quattro Titoli (v. comunicato n. 53). Il Titolo I reca disposizioni in materia di rilascio di speciali permessi di soggiorno temporanei. In particolare, l’articolo 1 abroga l’istituto del permesso di soggiorno per motivi umanitari, anche se mantiene e in parte ridefinisce alcuni permessi di soggiorno speciali (per vittime di violenza o di grave sfruttamento, condizioni di salute di eccezionale gravità, situazioni contingenti di calamità naturale nel Paese di origine). Introduce, inoltre, un nuovo permesso di soggiorno per atti di particolare valore civile. Il Titolo II introduce norme finalizzate a rafforzare i dispositivi a garanzia della sicurezza pubblica, con particolare riferimento alla minaccia del terrorismo e al contrasto delle infiltrazioni criminali negli appalti pubblici, nonché al miglioramento del circuito informativo tra le Forze di polizia e l’autorità giudiziaria e alla prevenzione e al contrasto delle infiltrazioni criminali negli enti locali. Il Titolo III introduce disposizioni per la funzionalità del Ministero dell’interno e interventi per rafforzare l’organizzazione e il funzionamento dell’Agenzia nazionale dei beni sequestrati e confiscati. Il Titolo IV contiene le disposizioni finali concernenti la copertura finanziaria.

Nella seduta di ieri il Governo ha presentato un emendamento interamente sostitutivo dell’articolo unico del decreto-legge, che recepisce le modifiche approvate in Commissione e alcune proposte emendative del relatore e dei Gruppi di opposizione (v. comunicato n. 54) e si è svolta la discussione sulla questione di fiducia.

Tratto da www.senato.it

Nota sul Copyright: L’utilizzo, la riproduzione, l’estrazione di copia, ovvero la distribuzione delle informazioni testuali e degli elementi multimediali disponibili sul sito del Senato della Repubblica è autorizzata esclusivamente nei limiti in cui la stessa avvenga nel rispetto dell’interesse pubblico all’informazione, per finalità non commerciali, garantendo l’integrità degli elementi riprodotti e mediante indicazione della fonte.

Lascia un commento