OCEANIA/PAPUA NUOVA GUINEA – Rendere un mondo migliore: la sfida degli insegnanti

 20 total views,  1 views today

Boroko – “Gesù è stato il più grande Maestro di tutti i tempi, eppure è stato frainteso anche dai suoi stessi discepoli, che avevano paura di fargli domande. Lo stesso vale per noi insegnanti. Quando i nostri studenti non capiscono qualcosa, hanno persino paura a fare domande” ha detto p. Gregorio Bicomong Jnr SDB, Superiore Provinciale, durante la sua omelia nella Messa di chiusura del primo Congresso degli Educatori del Sistema Educativo Don Bosco , a Boroko.
La sfida che il Superiore Provinciale ha voluto lanciare, presso il Santuario di Maria Ausiliatrice, è stata quella di rendere consapevoli tutti gli insegnanti di essere chiamati alla missione per rendere il mondo un posto migliore. “Attraverso il vostro impegno verso i giovani, siete chiamati a rendere il nostro Paese, la Papua Nuova Guinea, un posto migliore”.
“I discepoli volevano sperimentare la gloria prima del dolore e della sofferenza, ma noi dobbiamo imparare il Mistero della Croce prima di imparare il Mistero della Risurrezione. Lo stesso vale per uno studente che vorrebbe laurearsi senza studiare”, ha detto p. Gregorio. In mezzo al mistero della vita, abbiamo bisogno di rendere il mondo un luogo migliore in cui vivere.
“Da studente, frequentare i diversi laboratori mi ha davvero aiutata a conoscere meglio il Sistema Preventivo di Don Bosco e come Don Bosco si è preso cura dei giovani del suo tempo. Ho capito che quando mi sarò laureata e inizierò ad insegnare, devo essere pronta a condividere il suo spirito con gli studenti”, ha affermato Louisah Vutnamur, studentessa del 3° anno della DBTI intervenuta al Congresso.