Oggi question time con i ministri Bonafede, Bussetti e Tria

Si svolgerà oggi, mercoledì 31 ottobre alle 15, il question time trasmesso dalla Rai in diretta televisiva dall’Aula di Montecitorio, a cura di Rai Parlamento. Il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, risponderà ad interrogazioni sulle modifiche alla cosiddetta geografia giudiziaria, in particolare al fine di assicurare un’adeguata presenza di uffici giudiziari di primo grado sull’intero territorio nazionale (Molinari – Lega); sugli intendimenti del governo in ordine all’introduzione nell’ordinamento giuridico della cosiddetta castrazione chimica (Lollobrigida – FdI). Il ministro dell’Istruzione, università e ricerca, Marco Bussetti, risponderà ad interrogazioni sulle iniziative in relazione al piano straordinario di reclutamento del personale docente della scuola pubblica per l’anno scolastico 2015-2016, con particolare riferimento ai docenti assunti dalle graduatorie ad esaurimento (Caiata e Vitiello – Misto – MAIE); sul corretto svolgimento delle prove del concorso per dirigenti scolastici, in relazione ai numerosi disservizi verificatisi (Conte e Fornaro – LEU). Il ministro dell’Economia e delle finanze, Giovanni Tria, risponderà ad interrogazioni sulle iniziative a tutela dei risparmiatori e degli investitori, con riferimento alla situazione di Banca popolare di Bari e di Banca Carige (Ruggiero – M5S); sull’impatto sulle stime di crescita derivanti dalla perdita dei finanziamenti comunitari e dal mancato avvio di bandi di gara relativi alla Tav Torino-Lione (Gelmini – FI); sulla strategia del governo in materia di intervento pubblico a sostegno delle banche e in relazione all’ingresso di Ferrovie dello Stato nel capitale di Alitalia (Marattin – PD).

Tratto da: www.camera.it
Nota sul Copyright: L’utilizzo, la riproduzione, l’estrazione di copia, ovvero la distribuzione delle informazioni testuali e degli elementi multimediali disponibili sul sito della Camera dei deputati è autorizzata esclusivamente nei limiti in cui la stessa avvenga nel rispetto dell’interesse pubblico all’informazione, per finalità non commerciali, garantendo l’integrità degli elementi riprodotti e mediante indicazione della fonte.

Lascia un commento