Resistenza, ribellione e rabbia: l’opposizione del Giappone alle Olimpiadi di Tokyo

 165 total views,  1 views today

“No vaccini. No medicine. Ci chiedete di combattere con lance di bamboo?”

change org petition against tokyo olympics

Una petizione [en, come i link successivi, salvo diversa indicazione] su change.org per chiedere che le Olimpiadi vengano cancellate ha registrato circa 50,000 firme in 24 ore dalla pubblicazione i primi di Maggio. Screencap da Change.org.

Mentre il Giappone continua a lottare contro una nuova ondata di contagi da COVID-19, l'opposizione alle imminenti Olimpiadi di Tokyo e ai Giochi Paralimpici, che si terranno tra il 23 luglio e l'8 agosto, continua a crescere. A causa della percezione che gli atleti olimpionici abbiano la priorità nei confronti della sicurezza dei cittadini giapponesi, le autorità locali hanno iniziato a “ribellarsi” contro le Olimpiadi, mentre un meme molto diffuso paragona le autorità giapponesi al governo militare della Seconda Guerra Mondiale.

In un sondaggio [en, come i link seguenti, salvo diversa indicazione] fatto il 16 maggio, almeno l’80% [ja] dei giapponesi intervistati è contrario allo svolgimento delle Olimpiadi, principalmente a causa della minaccia posta dal COVID-19. Al 21 maggio 2021, tassi costanti di trasmissioni comunitarie di COVID-19 hanno costretto gran parte del Giappone a dichiarare lo stato di emergenza, solo 63 giorni prima dell'inizio delle Olimpiadi di Tokyo.

Lo stato di emergenza a Tokyo verrà probabilmente esteso fino a giungo. Le Olimpiadi dovrebbero iniziare a luglio?

Al 21 maggio, 706,000 persone in Giappone sono risultate positive alla COVID-19, con importanti focolai nelle regioni di Tokyo e Osaka durante una “quarta ondata” di contagi crescenti questa primavera.

Nonostante i numeri di morti in aumento e il danno economico nel corso delle pandemia, il governo giapponese e il Comitato Olimpico Internazionale, l'ente governativo delle Olimpiadi, hanno insistito che le Olimpiadi di Tokyo procederanno questa estate, dopo essere state rimandate di un anno dall'estate 2020.

Una grande preoccupazione della popolazione giapponese, almeno fino a fine maggio, sono i tassi relativamente bassi delle vaccinazioni contro la COVID-19 in Giappone. Sebbene il numero delle persone giapponesi che hanno ricevuto almeno una dose di vaccino sia quadruplicato in solo due settimane, da solo l'1% della popolazione il 5 maggio al 4% il 20 maggio, e sia stato dichiarato l'obiettivo ambizioso di somministrare 1 milione di dosi al giorno, c'è una diffusa percezione pubblica che le vite dei cittadini giapponesi siano meno importanti di quelle degli atleti olimpionici.

Per esempio, Nikkan Gendai, un giornalino che regolarmente riporta notizie criticanti il governo, ha riportato che ci sono state critiche che i “raccomandati” abbiano avuto la precedenza per i vaccini contro il COVID-19.

“Priorità per il vaccino per i raccomandati” urla il titolo di Nikkan Gendai.

E, al 19 maggio, meno del 40% del personale medico giapponese è stato vaccinato, e l'Associazione degli Operatori Sanitari di Tokyo ha appoggiato la richiesta di cancellazione delle Olimpiadi estive.

Dopo l'annuncio del governo giapponese dei piani per rimuovere infermieri dal sistema sanitario nazionale e mandarli alle Olimpiadi, gli infermieri hanno protestato su Twitter [ja]:

Mi unisco alla “Giornata su Twitter di Mobilitazione per gli Infermieri” il 12 maggio (Mer). Sto sentendo timori sui piani del governo per reclutare infermieri per le Olimpiadi e vorrei chiedere la cancellazione delle Olimpiadi. È, invece, responsabilità dei politici mettere fine alla crisi della COVID-19 in Giappone il prima possibile.

“Infermieristica non è auto-sacrificio. Mi oppongo al mandare personale sanitario alle Olimpiadi.”

Masuzoe Yoichi, precedente governatore di Tokyo in disgrazia e regolare critico del governo del Primo Ministro Suga Yoshihide, ha criticato la distribuzione dei vaccini [ja]:

La mia esperienza di prenotazione del vaccino: finalmente riesco a fare login sul sito delle prenotazioni online. Il primo appuntamento che potevo prenotare è il 21 agosto e me lo sono accaparrato subito. Per fare la seconda dose (il richiamo), non potevo prenotare: il sito si è impallato di nuovo. Questa è la realtà della promessa (sui vaccini) del Primo Ministro Suga. Si è vantato che la vaccinazione degli anziani sarebbe stata completata entro la fine di giugno. Mentre l'86% dei governi locali ha detto che raggiungerà l'obiettivo dichiarato dal Primo Ministro, il distretto di Setagaya, che ha una popolazione di 930,000 persone, non può farcela. Per ora, i vaccini in Giappone sono stati un completo fallimento del governo.

Gli avversari politici del governo non sono gli unici a criticare i lenti tentativi del Giappone di controllare la COVID-19 mentre invitano decine di migliaia di atletici olimpionici e staff di supporto nel paese.

Una petizione online ha registrato circa 50.000 firme in 24 ore dalla pubblicazione a inizio maggio. Al 20 maggio, la petizione ha raccolto 380.000 firme.

Solo l'1% del Giappone è completamente vaccinato contro il COVID-19. Inoltre, il governo giapponese sta ancora cercando di stanziare risorse mediche alle autorità olimpioniche su base prioritaria. Per favore firmate la petizione per cancellare le Olimpiadi.

Editor's note: The “1% vaccinated” figure was as of the launch of the petition in early May.

Nota dell'editor: il dato dell'1% di vaccinati risale alla pubblicazione della petizione a inizio maggio.

Altri commentatori hanno paragonato la determinazione del governo di ospitare le Olimpiadi di Tokyo, nonostante una pandemia globale, al governo militare durante la Seconda Guerra Mondiale, che ha mobilitato i giovani e i vecchi in preparazione per una battaglia inutile e suicida contro gli americani invasori.

La casa editrice di riviste Takarajimasha ha pubblicato su importanti giornali annunci pubblicitari a tutta pagina che fanno satira sul governo giapponese.

La casa editrice giapponese Takarajima ha pubblicato questo annuncio pubblicitario brutale a tutta pagina nel Asahi Shinbun di oggi.

Con un font di vecchio stampo prebellico, si legge: “No vaccini. No medicine. Ci state chiedendo di combattere con lance di bamboo? Di questo passo, saremo tutti uccisi dalla politica.”

Un ricercatore universitario e “topo di biblioteca” (本の虫) ha notato che l'illustrazione usata nella parodia di Takarajimasha è, in realtà, vera [ja]:

La foto usata nell'annuncio pubblicitario del giornale di Takarajimasha deriva dall'illustrazione “Addestramento con lance di bamboo” che si trova nel capitolo “Addestramento per utilizzare armi inastate” a pagina 62 del libro “Bambini e la Guerra del Pacifico” di Yamanaka Hisashi (Iwanami Shinsho, 1941).

Aggiungendo all'aura di un governo militare del tempo di guerra rigoroso e incompetente, dopo che importanti testate giornalistiche hanno esposto che sia possibile fare una prenotazione del vaccino gestita dai militari usando un generatore di numeri casuali, il Ministro della Difesa giapponese, e suo fratello, il precedente Primo Ministro Abe Shinzo, si sono lamentati [ja] che tali “comportamenti malevoli” da parte delle testate giornalistiche porterebbero a sprechi di vaccini. Il Ministro della Difesa ha minacciato di perseguire le testate giornalistiche.

Nel frattempo, con la paura di un'ondata di casi di COVID-19 e il calo delle risorse per affrontarla, le autorità locali hanno iniziato a tirarsi indietro dalla partecipazione alle Olimpiadi.

Mentre almeno 31 città ospitanti dei Giochi di Tokyo hanno abbandonato i loro piani per accogliere atleti internazionali, i governatori delle prefetture di Chiba e Kanagawa, che confinano con Tokyo, hanno respinto la richiesta delle Olimpiadi di Tokyo di garantire ospedali designati per gli atleti. Il governatore della prefettura di Ibaraki ha anche respinto la richiesta di garantire letti per gli atleti, dichiarando [ja] che, “Non possiamo dare la priorità agli atleti rispetto ai nostri cittadini.”

La staffetta della torcia olimpica attraverso il Giappone ha perso importanza. All'inizio del 2021, uno scandalo sul sessismo ha causato il ritiro di molte celebrità e volontari dalla staffetta. Adesso, il rischio di COVID-19 e l'impopolarità dei Giochi ha comportato una drastica semplificazione delle cerimonie.

E l'unica cosa che è successa è una cerimonia con un corridore e il governatore, perché è troppo pericoloso avere spettatori!

Per quanto riguarda i lati positivi per le Olimpiadi e per la pandemia, il governo giapponese ha rilasciato dei piani per aumentare drasticamente i test per la COVID-19.

Il 21 maggio, il governo ha approvato i vaccini Moderna e AstraZeneca, mentre il Giappone mira a finire di vaccinare 36 milioni di persone dai 65 anni in su entro la fine di luglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.