automatica

Pietro Metastasio – Palinodia

Placa gli sdegni tuoi; perdono, amata Nice; l’error d’un infelice è degno di pietà. È ver, de’ lacci suoi vantai che l’alma è sciolta; ma fu l’estrema volta ch’io vanti libertà. È ver, l’antico ardore celar pretesi a segno che mascherai lo sdegno, per non scoprir l’amor: ma cangi o…

Read More

Pietro Metastasio – La libertà

Grazie agl’inganni tuoi, al fin respiro, o Nice, al fin d’un infelice ebber gli dei pietà: sento da’ lacci suoi, sento che l’alma è sciolta; non sogno questa volta, non sogno libertà. Mancò l’antico ardore, e son tranquillo a segno, che in me non trova sdegno per mascherarsi amor. Non…

Read More

Pietro Metastasio – La primavera

Già riede primavera col suo fiorito aspetto; già il grato zeffiretto scherza fra l’erbe e i fior. Tornan le frondi agli alberi, l’erbette al prato tornano; sol non ritorna a me la pace del mio cor. Febo col puro raggio sui monti il gel discioglie, e quei le verdi spoglie…

Read More

Pietro Metastasio – Vecchiaia

Chiamo ogni giorno ai consueti uffici le castalidi dee: ma più non hanno cura di me le sacre mie nutrici. In van tempro la cetra, in van m’affanno, ché ritrosi adattarsi i detti miei all’armoniche leggi or più non sanno. Qual ne sia la cagione io non saprei: so che…

Read More

Pietro Metastasio – Il nome

Scrivo in te l’amato nome di colei, per cui mi moro, caro al Sol, felice alloro, come Amor l’impresse in me. Qual tu serbi ogni tua fronda serbi Clori a me costanza: ma non sia la mia speranza infeconda al par di te. Or, pianta avventurosa, or sì potrai fastosa…

Read More

Pietro Metastasio – Il sogno

Pur nel sonno almen talora vien colei, che m’innamora, le mie pene a consolar. Rendi Amor, se giusto sei, più veraci i sogni miei, o non farmi risvegliar. Di solitaria fonte sul margo assiso al primo albore, o Fille, sognai d’esser con te. Sognai, ma in guisa che sognar non…

Read More

Pietro Metastasio – La pesca

Già la notte s’avvicina: vieni, o Nice, amato bene, della placida marina le fresch’aure a respirar. Non sa dir che sia diletto chi non posa in queste arene or che un lento zefiretto dolcemente increspa il mar. Lascia una volta, o Nice, lascia le tue capanne. Unico albergo non è…

Read More

Pietro Metastasio – La gelosia

Perdono, amata Nice, bella Nice, perdono. A torto, è vero, dissi che infida sei: detesto i miei sospetti, i dubbi miei. Mai più della tua fede, mai più non temerò. Per que’ bei labbri lo giuro, o mio tesoro, in cui del mio destin le leggi adoro. Bei labbri, che…

Read More

Pietro Metastasio – La tempesta

No, non turbarti, o Nice; io non ritorno a parlarti d’amor. So che ti spiace; basta così. Vedi che il ciel minaccia improvvisa tempesta: alle capanne se vuoi ridurre il gregge, io vengo solo ad offrir l’opra mia. Che! Non paventi? Osserva che a momenti tutto s’oscura il ciel, che…

Read More