forte

Carlo Bini – Il Forte della Stella

IL FORTE DELLA STELLA di Carlo Bini SCENA UNICA CARLO a un’inferriata, che fischia sbadatamente, e il signore INNOCENZIO TIENLISTRETTI, che viene verso l’inferriata badando dove mette i piedi. CARLO Oh! ve’ chi vedo! questi son miracoli! buon giorno e buona sera, signore Innocenzio! come mai quassù sulle nuvole? è…

Read More

Arnaldo Forte – 13 sonetos

EText-No. 22678 Title: 13 Sonetos Author: Forte, Arnaldo Language: Portuguese Link: cache/generated/22678/pg22678.epub EText-No. 22678 Title: 13 Sonetos Author: Forte, Arnaldo Language: Portuguese Link: cache/generated/22678/pg22678.html.utf8 EText-No. 22678 Title: 13 Sonetos Author: Forte, Arnaldo Language: Portuguese Link: cache/generated/22678/pg22678.mobi EText-No. 22678 Title: 13 Sonetos Author: Forte, Arnaldo Language: Portuguese Link: 2/2/6/7/22678/22678-8.txt Link: cache/generated/22678/pg22678.txt.utf8 EText-No. 22678 Title: 13 Sonetos Author: Forte, Arnaldo Language: Portuguese Link: 2/2/6/7/22678/22678-8.zip 40 Views

Read More

Inghilfredi, Audite forte cosa che m’avene

Audite forte cosa che m’avene: eo vivo in pene stando in allegranza, saccio ch’io amo e sono amato bene da quella che mi tene in disïanza. Da lei neente vogliomi celare: lo meo tormentar [cresce], como pien è, dicresce, e vivo in foco como salamandra. Sua caunoscenza e lo dolze…

Read More

Filippo da Messina, Oi Siri Deo, con forte fu lo punto

[O]i Siri Deo, con forte fu lo punto che gli oc[c]hi tuoi, madonna, isguardai, lasso! chè sì son preso e da vostr’amor punto, ch’amor d’ogn’altra donna per voi lasso. Non fino di penare uno [sol] punto, per omo morto a voi, donna, mi lasso, non sono meo quanto d’un ago…

Read More

Guittone d’Arezzo, Deo, che non posso or disamar sì forte

Deo, che non posso or disamar sì forte, como fort’amo voi, donna orgogliosa! Ca, poi che per amar m’odiate a morte, per disamar mi sareste amorosa; ch’altresì, com’è bon diritto, sorte che l’uno como l’altro essere osa, poi di gran torto, ch’ème ‘n vostra corte fatto, me vengerea d’alcuna cosa….

Read More

Guittone d’Arezzo, Sì mi destinge forte

Sì mi destinge forte l’amoroso disio, e sì disconfortata è la mia spera, che la vita m’è morte; ed esto male mio creato fue di sì mala manera, ch’esso solo di loco ond’è creato pote cercar guerenza, cioè dalla piangente donna mia. E certo eo no vorria ch’avesser ta’ vertù…

Read More