Archivi tag: Foscolo

Ugo Foscolo – Sulla lingua italiana – Discorsi sei

PREFAZIONE Molti hanno scritto intorno alle doti che distinguono la lingua italiana da tutte le antiche e moderne. Pochi, per quanto sappiamo, ne hanno trattato con critica, in guisa da far discernere come e quanto essa lingua sia stata fin ad oggi applicata all’eloquenza, alla poesia ed alla letteratura in generale degl’Italiani. Finalmente nessuno ha… Leggi tutto »

Ugo Foscolo – Ricciarda

PERSONAGGI: GUELFO. GUIDO. RICCIARDA. CORRADO. AVERARDO. UOMINI D’ARME. GUERRIERI. Scena: il castello del Principe in Salerno ATTO PRIMO SCENA I. GUIDO, CORRADO. GUIDO Fuggi! – Il mio duol col tuo periglio accresci. CORRADO Che dirò al signor mio, che lagrimando Jer m’imponea di non tornarmi al campo Senza di te? Sotto Salerno ei stesso M’accompagnava;… Leggi tutto »

Ugo Foscolo – Notizia intorno a Didimo Chierico

I. Un nostro concittadino mi raccomandò, mentr’io militava fuori d’Italia, tre suoi manoscritti affinché se agli uomini dotti parevano meritevoli della stampa, io rimpatriando li pubblicassi. Esso andava pellegrinando per trovare un’università, dove, diceva egli, s’imparasse a comporre libri utili per chi non è dotto, ed innocenti per chi non è per anche corrotto; da… Leggi tutto »

Ugo Foscolo – Edippo

PERSONAGGI Edippo Antigone Tesèo Talete Arcade Guardie Scena, la Reggia in Colono. ARGOMENTO Edippo fu figlio di Lajo Re di Tebe, e di Giocasta – Un Oracolo avea predetto che il figlio avrebbe ucciso il padre – onde Lajo commise ad un suo Cortigiano la cura di ucciderlo ancor bambino -, il quale mosso a… Leggi tutto »

Ugo Foscolo – Dell’origine e dell’ufficio della letteratura

Orazione 1. Ή ούκ έντεθύμησαι, ότι όσα τε νόμω μεμαθήκαμεν κάλλιστα όντα, δι΄ ώ̃ν γε ζή̃ν έπιστάμεθα ταύ̃τα πάτα διά λόγου έμάθμεν. Σωμοκράτησ παρά Θενοφ. O non hai teco pensato mai che quante cose sappiamo per legge essere ottime, e dalle quali abbiamo norme alla vita, tutte le abbiamo imparate con l’aiuto della parola! Socrate… Leggi tutto »

Ugo Foscolo – Ajace

Infelix, utcumque ferent ea facta minores; Vincet amor patriae, laudumque immensa cupido. (Virg. Aen. Lib. VI). PERSONAGGI AGAMENNONE. ULISSE. AJACE. TEUCRO. CALCANTE. TECMESSA. ARALDO. DONZELLE FRIGIE. GUERRIERI. La scena è nel campo de’ Greci, dinanzi alla tenda d’Agamennone. ATTO PRIMO SCENA PRIMA AGAMENNONE, ARALDI AGAMENNONE Ite: a Priamo intimate, che alla tregua Un dí rimane,… Leggi tutto »

Ugo Foscolo

Disambiguazione – “Foscolo” rimanda qui. Se stai cercando altri significati, vedi Foscolo (disambigua). « A noi prescrisse il fato illacrimata sepoltura » (Ugo Foscolo, A Zacinto, vv. 13-14) Fabre: Ritratto di Ugo Foscolo, 1813 Niccolò Ugo Foscolo (Zante, 6 febbraio 1778 – Turnham Green, 10 settembre 1827) è stato un poeta e scrittore italiano, uno dei principali… Leggi tutto »

Giosuè Carducci – Adolescenza e gioventù poetica del Foscolo

I. In questa edizione le poesie del Foscolo, liriche e satiriche, originali e tradotte, edite e inedite, con varianti e illustrazioni d’ogni maniera, tengono 485 pagine; e sono distribuite in quattro parti: 1) pubblicate da esso l’autore, 2) frammenti del carme alle Grazie, 3) postume e traduzioni, da quella in fuori dell’Iliade, 4) giovanili. Sta… Leggi tutto »

Ugo Foscolo – Sonetti completi – Audiobook – MP3 – Lettura di Valerio Di Stefano

Lo stile dei sonetti è simile a quello che si ritroverà nei Sepolcri, appassionata sintesi di romantica intimità e di classica virilità compostezza e, come nel carme maggiore, vi è in essi l’uso modulato dell’endecasillabo reso ampio dal movimento delle strofe fino a rendere i versi simili ad una mesta musica che ha però la… Leggi tutto »

Ugo Foscolo – Dei Sepolcri – Audiobook – MP3 – Lettura di Valerio Di Stefano

L’idea per la composizione del carme venne al Foscolo dall’estensione all’Italia, avvenuta il 5 settembre del 1806, dell’editto napoleonico di Saint-Cloud (1804), che aveva imposto di seppellire i morti al di fuori delle mura cittadine e aveva inoltre regolamentato, per ragioni democratiche, che le lapidi dovessero essere tutte della stessa grandezza e le iscrizioni controllate… Leggi tutto »

Ugo Foscolo – Dei Sepolcri

All’ombra de’ cipressi e dentro l’urne confortate di pianto è forse il sonno della morte men duro? Ove piú il Sole per me alla terra non fecondi questa bella d’erbe famiglia e d’animali, e quando vaghe di lusinghe innanzi a me non danzeran l’ore future, né da te, dolce amico, udrò piú il verso e… Leggi tutto »