tanto

Guittone d’Arezzo, Tanto sovente dett’aggio altra fiada

Tanto sovente dett’aggio altra fiada de dispiacenza e de falso piacere, che bel m’è, forte ed agradivo or dire ciò che de vero grado in cor m’agrada. Primamente nel mondo agrado pace, unde m’agrada vedere omo e robba giacere in boschi, al certo, sì come in castelli; e m’agrada li…

Read More

Guittone d’Arezzo, Amor tanto altamente

Amor tanto altamente lo meo entendimento ave miso, che nente aggio ardimento – di contare e dire como di lei m’ha priso; ma vista tal presento, che lei ha certo miso come ‘n suo segnoraggio meo desire. A che di ciò m’aveggio, certo celar nol deggio; non che celar lo…

Read More

Guittone d’Arezzo, Ahi lasso, or è stagion de doler tanto

Ahi lasso, or è stagion de doler tanto a ciascun om che ben ama Ragione, ch’eo meraviglio u’ trova guerigione, ca morto no l’ha già corrotto e pianto, vedendo l’alta Fior sempre granata e l’onorato antico uso romano ch’a certo pèr, crudel forte villano, s’avaccio ella no è ricoverata: ché…

Read More