viso

Scorgi i tormenti miei, se gli occhi volti, Nella ruvida fronte ai sassi impressi; Leggi il tuo nome e i miei martirj scolti Nella scorza de’ faggi e de’ cipressi. Monstran l’aure tremanti i sospir tolti Dall’infiammato sen; gli augelli stessi Narran pure il mio mal, se tu gli ascolti;…

Read More
Don`t copy text!