Ulteriori arresti degli ambientalisti di Mother Nature in Cambogia paragonati alla caccia alle streghe

 166 total views,  1 views today

Attivisti arrestati per aver filmato degli scarichi nel fiume

Un gruppo in difesa dei diritti afferma che tre attivisti di Mother Nature stavano documentando il riversamento di acque di scarico nel Tonle Sap, simile allo scarico fotografato sul lungofiume di Phnom Penh il 17 giungo 2021. Foto e didascalia di VOD English

Questo articolo [en, come i link seguenti, salvo diversa indicazione] di Mech Dara, con informazioni agguntive di Michael Dickinson, è  è apparso su VOD News, il sito di un sito di notizie indipendente della Cambogia, ed è ripubblicato su Global Voices come parte di un accordo per la condivisione dei contenuti.

Quattro attivisti dell'organizzazione ambientalista Mother Nature sono stati arrestati questa settimana in Cambogia dopo che un ministro degli Interni ha ufficialmente sostenuto che il gruppo “di ribelli” stava utilizzando finanziamenti stranieri per rovesciare il governo.

Il 18 giungo, né il portavoce della Polizia Nazionale Chhay Kim Khoeun né il portavoce della corte municipale, sono stati raggiungibili per una dichiarazione sull'attuale stato degli arrestati. 

Il 16 giungo, tre degli attivisti sarebbero stati presi in custudia a Phnom Penh e quattro nella provincia di Kandal, ma il 17 giungo Kim Khoeun ha affermato che sono solo tre gli arresti avvenuti.

Il centro per i diritti umani della Cambogia ha dichiarato, in un'allerta di giovedì, che tutti e quattro gli attivisti sono membri del gruppo ambientalista Mother Nature e, aggiunge, che i tre arrestati a Phnom Penh stavano documentando uno sversamento di acque di scarico nel fiume Tonle Sap.

Tre attivisti di Mother Nature erano stati arrestati lo scorso settembre e dichiarati colpevoli [it] di incitamento lo scorso mese.

Il 17 giungo, Kim Khoeun ha affermato che i tre attivisti arrestati questa settimana potrebbero essere accusati di cospirazione, accusa molto più grave punibile con una reclusione da cinque a dieci anni.

Venerdì, il portavoce del ministro degli Interni Khieu Sopheak ha confermato che la politica del governo è quella di proteggere l'ambiente e le foreste e che supporta chiunque lavori verso questo obiettivo, anche chi fa parte delle società civili.  Sopheak aggiunge:

But this group is different and authorities have evidence that they got foreign money to commit rebellious actions to incite [people] to topple the government. We have enough documents to arrest any of them. Please, all of them, go solve it at the court and have their lawyer defend them. Where did they get their money from? What have they used that money for and for what purpose? If they truly protect the environment, we are happy to work together.

Questo gruppo però è diverso e le autorità hanno prove che hanno utilizzato fondi stranieri per commettere azioni ribelli e incitare [le persone] a rovesciare il governo. Abbiamo abbastanza documenti per arrestarli. Ognuno di loro vada a risolvere il caso in tribunale e si faccia difendere dai proprio avvocato. Da dove hanno preso questi soldi?  Per cosa li hanno usati e per quale scopo? Se veramente vogliono proteggere l'ambiente, siamo più che felici di lavorare insieme.

Il cofondatore di Mother Nature, Alejandro Gonzalez-Davidson, deportato dalla Cambogia nel 2015 e ora residente in Spagna, ha affermato che il governo è “una dittatura paranoica” se vede nemici e cospiratori pronti a rovesciarlo in “pochi giovani cambogiani che stavano solo filmando delle immagini di scarichi riversati in un fiume.” Critica, inoe, le informazioni discordanti rilasciate dalle autorità riguardo gli arresti:

We are dealing [with] it in the only way there is really: re-group, re-strategize, and keep going forward, smarter and more resolute than before.

Ce ne stiamo occupando nell'unica maniera possibile: rioganizzazione, rielaborazione e andare avanti, più risoluti e astuti di prima.

Gonzalez-Davidson non può per “motivi di sicurezza” rivelare quanti membri fanno parte di Mother Nature. Riguardo hai finanziamenti, afferma, che “le fonti principali di denaro sono sempre state il volontariato, l'auto-finanziamento e i cambogiani (sia all'interno del paese che all'estero) che vogliono vedere una nazione migliore.” Aggiunge inoe:

As long as the Hun Sen regime continues to be in charge of the state, any person or group who dares to publicly say that two and two equals four is going to continue being under threat.

Fin quando il regime di Hun Sen continierà ad essere al potere, qualsiasi persona o gruppo che si azzarda a dire pubblicamente che due più due fa quattro sarà messo sotto minaccia.

Am Sam Ath, manager del gruppo in difesa dei diritti Licadho, ha dichiarato che gli arresti sono in par numero alle indimidazioni. Afferma che “si tratta di una caccia alle streghe e una minaccia per gli attivisti ambientali.”

Sam Ath ha anche fatto notare come gli arresti arrivino dopo un recente incontro tra l'ambasciatore americano Patrick Murphy e il ministro degli Interni Sar Kheng riguardo le accuse sugli attivisti ambientali. 

Il 17 giungo, gli Stati Uniti hanno interrotto gli aiuti al governo per proteggere l'area del Prey Lang Wildlife Sanctuary, per destinarli alle società civili, al settore privato e alle iniziative locali.

Dopo le sentenze dei tre attivisti di Mother Nature arrestati lo scorso mese, le ambasciate inglese, americana e australiana hanno postato dei messaggi online affermando che parlare di problemi ambientali in modo pacifico fa parte dei diritti umani.

Sam Ath aggiunge inoe:

All environment activists are under threat and intimidation. We do not know what kind of evidence the authorities have or [what] crimes, but if we look into their activities in the past on social media and in the field, [they] are activities to protect the environment. This is to break the spirit of people who want to protect the environment, like this group.

Tutti gli attivisti ambientali sono sotto minaccia e intimadazione. Non sappiamo che tipo di prove le autorità hanno o per quali crimini, ma se guardiamo le loro azioni, sia sui social media che sul campo, possiamo vedere come si battano per l'ambiente. Tutto ciò serve solo a rompere lo spirito di chi vuole proteggere la natura, come questo gruppo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.