classicistranieri.com

We are not Charlie and we will never be.

Francesco Petrarca – A la dolce ombra de le belle frondi

Easy Plugin for AdSense by Unreal

A la dolce ombra de le belle frondi
corsi fuggendo un dispietato lume
che’nfin qua giú m’ardea dal terzo cielo;
et disgombrava già di neve i poggi
l’aura amorosa che rinova il tempo,
et fiorian per le piagge l’erbe e i rami.

Non vide il mondo sí leggiadri rami,
né mosse il vento mai sí verdi frondi
come a me si mostrâr quel primo tempo:
tal che, temendo de l’ardente lume,
non volsi al mio refugio ombra di poggi,
ma de la (more…)

No visits yet

mer, maggio 20 2015 » Senza categoria » Commenti disabilitati

Francesco Petrarca – Come talora al caldo tempo sòle

Come talora al caldo tempo sòle
semplicetta farfalla al lume avezza
volar negli occhi altrui per sua vaghezza,
onde aven ch’ella more, altri si dole:

cosí sempre io corro al fatal mio sole
degli occhi onde mi vèn tanta dolcezza
che ‘l fren de la ragion Amor non prezza,
e chi discerne è vinto da chi vòle.

E veggio ben quant’elli a schivo m’ànno,
e so ch’i’ ne morrò veracemente,
ché mia vertú non pò contra l’affanno;

ma sí m’abbaglia Amor soavemente,
ch’i(more…)

(Visited 3 times, 1 visits today)

mer, maggio 20 2015 » Senza categoria » Commenti disabilitati

Francesco Petrarca – Amor, che nel penser mio vive et regna

Amor, che nel penser mio vive et regna
e ‘l suo seggio maggior nel mio cor tene,
talor armato ne la fronte vène,
ivi si loca, et ivi pon sua insegna.

Quella ch’amare et sofferir ne ‘nsegna
e vòl che ‘l gran desio, l’accesa spene,
ragion, vergogna et reverenza affrene,
di nostro ardir fra se stessa si sdegna.

Onde Amor paventoso fugge al core,
lasciando ogni sua impresa, et piange, et trema;
ivi s’asconde, et non appar piú fore.

Che poss’io far, (more…)

(Visited 8 times, 1 visits today)

mer, maggio 20 2015 » Senza categoria » Commenti disabilitati

FRancesco Petrarca – Quanto piú disïose l’ali spando

Quanto piú disïose l’ali spando
verso di voi, o dolce schiera amica,
tanto Fortuna con piú visco intrica
il mio volare, et gir mi face errando.

Il cor che mal suo grado a torno mando,
è con voi sempre in quella valle aprica,
ove ‘l mar nostro piú la terra implica;
l’altrier da lui partimmi lagrimando.

I’ da man manca, e’ tenne il camin dritto;
i’ tratto a forza, et e’ d’Amore scorto;
egli in Ierusalem, et io in Egipto.

Ma sofferenza (more…)

(Visited 3 times, 1 visits today)

mer, maggio 20 2015 » Senza categoria » Commenti disabilitati

FRancesco Petrarca – Fontana di dolore, albergo d’ira

Fontana di dolore, albergo d’ira,
scola d’errori, et templo d’eresia,
già Roma, or Babilonia falsa et ria,
per cui tanto si piange et si sospira;

o fucina d’inganni, o pregion dira,
ove ‘l ben more, e ‘l mal si nutre et cria,
di vivi inferno, un gran miracol fia
se Cristo teco alfine non s’adira.

Fondata in casta et humil povertate,
contra’ tuoi fondatori alzi le corna,
putta sfacciata: et dove ài posto spene?

Ne gli adúlteri tuoi? ne le mal nate
richezze (more…)

(Visited 5 times, 1 visits today)

mer, maggio 20 2015 » Senza categoria » Commenti disabilitati

Francesco Petrarca – L’avara Babilonia à colmo il sacco

L’avara Babilonia à colmo il sacco
d’ira di Dio, e di vitii empii et rei,
tanto che scoppia, ed à fatti suoi dèi
non Giove et Palla, ma Venere et Bacco.

Aspectando ragion mi struggo et fiacco;
ma pur novo soldan veggio per lei,
lo qual farà, non già quand’io vorrei,
sol una sede, et quella fia in Baldacco.

Gl’idoli suoi sarranno in terra sparsi,
et le torre superbe, al ciel nemiche,
e i suoi torrer’ di for come dentro arsi.

Anime (more…)

(Visited 8 times, 1 visits today)

mer, maggio 20 2015 » Senza categoria » Commenti disabilitati

Francesco Petrarca – Fiamma dal ciel su le tue treccie piova

Fiamma dal ciel su le tue treccie piova,
malvagia, che dal fiume et da le ghiande
per l’altrui impoverir se’ ricca et grande,
poi che di mal oprar tanto ti giova;

nido di tradimenti, in cui si cova
quanto mal per lo mondo oggi si spande,
de vin serva, di lecti et di vivande,
in cui Luxuria fa l’ultima prova.

Per le camere tue fanciulle et vecchi
vanno trescando, et Belzebub in mezzo
co’ mantici et col foco et co li (more…)

(Visited 5 times, 1 visits today)

mer, maggio 20 2015 » Senza categoria » Commenti disabilitati

Francesco Petrarca – Qual piú diversa et nova

Qual piú diversa et nova
cosa fu mai in qual che stranio clima,
quella, se ben s’estima,
piú mi rasembra: a tal son giunto, Amore.
Là onde il dí vèn fore,
vola un augel che sol senza consorte
di volontaria morte
rinasce, et tutto a viver si rinova.
Cosí sol si ritrova
lo mio voler, et cosí in su la cima
de’ suoi alti pensieri al sol si volve,
et cosí si risolve,
et cosí torna al suo stato di prima:
arde, et more, (more…)

(Visited 5 times, 1 visits today)

mer, maggio 20 2015 » Senza categoria » Commenti disabilitati

Francesco Petrarca – Pace non trovo, et non ò da far guerra

Pace non trovo, et non ò da far guerra;
e temo, et spero; et ardo, et son un ghiaccio;
et volo sopra ‘l cielo, et giaccio in terra;
et nulla stringo, et tutto ‘l mondo abbraccio.

Tal m’à in pregion, che non m’apre né serra,
né per suo mi riten né scioglie il laccio;
et non m’ancide Amore, et non mi sferra,
né mi vuol vivo, né mi trae d’impaccio.

Veggio senza occhi, et non ò lingua et grido;
et (more…)

(Visited 5 times, 1 visits today)

mer, maggio 20 2015 » Senza categoria » Commenti disabilitati

Francesco Petrarca – Amor m’à posto come segno a strale

Amor m’à posto come segno a strale,
come al sol neve, come cera al foco,
et come nebbia al vento; et son già roco,
donna, mercé chiamando, et voi non cale.

Da gli occhi vostri uscío ‘l colpo mortale,
contra cui non mi val tempo né loco;
da voi sola procede, et parvi un gioco,
il sole e ‘l foco e ‘l vento ond’io son tale.

I pensier’ son saette, e ‘l viso un sole,
e ‘l desir foco; e (more…)

(Visited 8 times, 1 visits today)

mer, maggio 20 2015 » Senza categoria » Commenti disabilitati