La Gabbia, puntata 16 aprile 2014

00.28 Si chiude con l’editoriale rock di Paragone e della Skassa Kasta. Finisce la puntata.
00.22 Pubblicità.
00.17 È il momento di Pravettoni.
00.15 Sovranità monetaria. Giordano si dice favorevole; idem Passarella che però aggiunge: “l’uscita dall’euro non è una condizione sufficiente per recuperare la sovranità monetaria”.
00.13 Secondo Passarella una politica di riduzione di pressione fiscale e di taglio alla spesa pubblica provoca un effetto sulla crescita economica negativo.
00.10 Passarella: “Chi chiede i tagli della spesa, chiede l’aumento della pressione fiscale in Italia. Per ogni euro di spesa pubblica tagliato il Pil si riduce. Idem se si riducono le tasse”.
00.04 Duello finale tra Passarella e Giordano sulla presenza dello Stato nell’economia e sul 3% del rapporto deficit / pil.
giordano
00.04 Esito positivo: la banca ha sospeso l’asta e ha rinegoziato la rata del mutuo.
23.59 La banca ha prelevato 15mila euro del conto di Elena e Fabio all’insaputa dei titolari? Il direttore della filiale non risponde alle domande.
direttore filiale
23.57 La storia (già raccontata) di Elena e Fabio, genitori di Matilda, di 8 mesi. Rata del mutuo di 1200 euro al mese, tasso variabile, insoluto per 7400 euro. La coppia cerca di sospendere il mutuo, ma la banca di no e mette all’asta la casa.
23.52 Pubblicità.
23.47 In onda il servizio satirico di Saverio Raimondo, che cerca di entrare gratis allo show di Grillo fingendosi Di Maio.
raimondo saverio
23.47 Gualmini: “Napolitano si dimetterà dopo l’abolizione del Senato e l’Italicum”.
23.45 Gualmini elogia il profilo di Catia Bastioli, presidente Terna e nega che i presidente abbiano per forza di cose meno importanza degli ad.
23.43 Gualmini: “Il tentativo di Renzi, scritto nel Def, è di estendere le coperture anche a persone non protette”.
23.41 Passerella nota con preoccuapazione che nel Def la crescita è affidata alla flessibilizzazione del lavoro e alla liberalizzazione. Gualmini: “Non ci sono liberalizzazioni, magari ci fossero. Anche sulla flessibilizzazione c’è poco”.
23.38 In studio un lavoratore di Sitel racconta di aver dovuto affrontare la cassaintegrazione; a novembre l’azienda ha annunciato di delocalizzare in Serbia.
sitel
23.35 Il retroscena di Nessuno sul ruolo di Napolitano sulle nomine di Renzi.
23.33 Formigoni: “Io condannato in primo grado? Non succederà mai, è impossibile”.
formigoni a
23.30 Gomez riassume il caso Daccò. Formigoni:

Andare in vacanza con un signore che poi eventualmente commette degli errori.. ne risponde lui, la responsabilità è personale. Mi contestano 15 delibere, in cui avrei favorito la Maugeri. Ma tre magistrature le hanno considerate corrette. Non c’è stato un euro di denaro pubblico distorto.

23.28 Formigoni sui suoi guai giudiziari: “Il mio comportamento è sempre stato rettilineo, nessuna è mai riuscito a dimostrare una mia scorrettezza. Sono più pulito di Renzi. Queste indagini finiranno nel nulla come le precedenti”.
formigo
23.27 Formigoni replica: “Stai facendo la solita propaganda contro il centrosinistra, sei fazioso, non sei un giornalista, sei schierato con il centrosinistra. Hai detto una caxxata”. Gomez: “Lei non solo è di dubbia moralità, è anche un gran maleducato”. Formigoni replica: “Per questa cosa pagherai, non sono mai stato condannato”.
23.23 Gomez sottolinea che FI candida alle Europee Fitto condannato in primo grado per corruzione e Mastella, rinviato a giudizio per associazione per delinquere.
23.21 Secondo Adinolfi, Renzi “ha trasformato il Pd nella Dc”. Formigoni nota che Berlusconi non si è reso conto che Renzi gli ha rubato voti.
23.18 Gualmini dice che l’atto della magistratura su Berlusconi è da leggere come un segnale di pacificaizone sociale.
23.11 Un servizio sull’affidamento ai servizi sociali di Silvio Berlusconi e sulle reazioni dei cittadini di Cesano Boscone. E di Emilio Fede:

Per lui le persone anziane sono sacre.

emilio fede1
23.05 Pubblicità.
23.03 Giordano: “Renzi ha promesso cose che non accadrono”. In studio c’è anche un sindaco della provincia di Como che dopo tre mandati ha deciso di non ricandidarsi perché non più in grado di garantire i servizi ai suoi cittadini.

Da due anni sono chiamato a fare l’esattore delle tasse.

colobo
23.00 Gualmini: “Non si possono fare ragionamenti di politica economica su Renzi in piena campagna elettorale”. Poi aggiunge: “La promessa degli 80 euro quest’anno di sicuro la mantiene, il punto sarà capire se lo farà nel 2015″.
22.55 In studio un imprenditore racconta di essere costretto a rivolgersi agli usurai.
22.50 In un servizio scopriamo i riciclati del Pd alle Europee. Claudio Bucci (che ha cambiato 4 volte partito in 14 anni) ne è un esempio.
claudio bucci
22.48 Adinolfi prevede un travaso di voti da Fi al M5S.
22.48 Secondo Gualmini “bisogna tornare al conflitto destra-sinistra”.
22.46 Gualmini: “Renzi e Grillo sono entrambi in campagna elettorale permanente. L’euroscetticismo è montante, ma è un capro espiatorio”. Giordano: “L’euro è la principale causa della crisi economica che stiamo vivendo”.
22.44 Sondaggi a confronti.
sondaggi a confronto
22.43 In studio anche Elisabetta Gualmini, presidente dell’Istituto Cattaneo.
22.42 Grillo critico anche sulle nomine di Renzi.
22.39 La conferenza stampa di ieri di Grillo in un servizio. Dalla proposta di abolire Equitalia alle accuse a Renzi (”pagliaccietto che fa tutto entro il 25 maggio”, “un ragazzotto messo là dai poteri forti”).
beppe grillo
22.35 Pubblicità.
22.33 Vediamo le immagini dello scontro verbale oggi in Senato tra il presidente Grasso e i parlamentari del M5S
22.32 Ascoltiamo gli interventi del pubblico sulle nomine di Renzi.
22.30 Formigoni: “La velocità di Renzi è positiva, ma l’importante è che non vada fuori giri”.
22.29 Paragone sospetta che Renzi voglia lanciare un messaggio a Squinzi, visto che ha nominato prima Guidi, poi Marcegaglia, cioè due esponenti critici nei confronti del Presidente di Confindustria che spesso ha avuto da ridire nei confronti del Premier.
22.28 Paragone annuncia che il caso Micron è quasi del tutto risolto.
22.27 Secondo Murgo i parlamentari fanno gli interessi non degli italiani ma dei soliti noti. La dimostrazione di ciò sarebbe nelle nomine di Renzi.
22.26 Murgo, lavoratore di Marcegaglia, spiega in studio la situazione nell’azienda che “ci prende in giro”.
22.21 Un servizio racconta la storia di alcuni lavoratori beffati da Emma Marcegaglia. La sua azienda ha messo a rischio licenziamento (anche se formalmente si tratta di un trasferimento in un’altra sede distante 110 km) più di 167 lavoratori, che nei giorni scorsi hanno protestato.
22.20 Passarella dice che se lo compartipazioni pubbliche verranno cedute “il Paese chiude”.
22.18 Il Cda di Finmeccanica.
finmeccanica
22.18 Giordano nota che la gaffe di Renzi sull’Eni che è un pezzo dell’intelligence è tale perché “se è vero non avrebbe dovuto dirlo, se è falso è una scemata”.
22.16 Giordano: “Se le Poste sono diventate una banca, perché lo Stato deve possede una banca?”
22.15 Formigoni: “Privatizzare alcune partecipazioni statali che non sono più strategiche è una cosa giusta, ma non in questo momento in cui c’è un assalto ai beni italiani e l’incasso sarebbe basso”.
22.12 Passarella ritiene possa esserci un nesso tra gli economisti liberisti nominati e la possibilità di dismissioni, privatizzazioni, svendita di parte del patrimonio pubblico
22.11 In studio anche Marco Veronese Passarella, docente universitario.
22.10 Ecco Salvatore Mancuso, con un processo in corso, nominato all’Enel.
salvatore mancuso
22.09 Moretti da ad di Finmeccanica prenderà di più di quanto prendeva come ad di Trenitalia.
22.06 Un servizio svela le ombra sui nominati. Il ministro Padoan rifiuta di rispondere alla domanda sul conflitto di interesse di Marcegaglia, ora alla guida di Eni.
21.58 In onda ‘I fuggitivi’.
21.57 Paragone sulla Rai: “La Tarantola, che non ha mai visto la tv, dice cose da tv in bianco e nero”. Adinolfi: “Rao è assolutamente adeguato alle Poste”.
21.56 Gomez prevede le dimissioni di Todini dal Cda Rai e per la nomina dei nuovi consiglieri della tv pubblica propone sedute pubbliche in Parlamento.
21.55 Il cda Poste.
cda poste
21.54 Giordano: “C’è una distanza enorme tra la promessa, l’annuncio e la realtà”.
21.53 Mancuso dove essere in Eni ed invece è finito in Enel. Su di lui pesa un processo in corso, spiega Gomez.
Adinolfi: “Non è scandaloso che nei cda ci finiscano uomini di Renzi, bisogna vedere cosa fanno”. Formigoni: “Hai ragione, ma basta che non racconti che è un nuovo metodo”.
21.49 Il Cda di Enel, c’è anche il legale della fondazione di Renzi.
cda enel
21.46 Il Cda Eni.
cda eni1
21.45 D’Agostino critico anche sulla nomina di Mancuso, che forse non rispetta il criterio dell’onorabilità.
21.41 La ragnatela del Potere di Renzi in un servizio. Nel Cda dell’Eni l’avvocato di Alfano.
21.39 Gomez: “Renzi sta cercando di arrivare alle elezioni e prendere più voti possibili. Dopo le elezioni farà quello che tutti si aspettano. Ora ci sono solo giochini preliminari, ma non è un bel vedere”.
21.38 Secondo Formigoni l’azione di Renzi è stata di puro potere e di “purissimo stampo berlusconiano”.
21.35 Formigoni: “Le personalità sono anche autorevoli, ma la Marcegaglia siamo sicuri che abbia competenze in quel settore? E poi c’è un conflitto di interessi”.
roberto formigoni
21.33 Giordano parla di enorme spot e di giochino da parte di Renzi:

È il peggio della Prima Repubblica.

21.31 Secondo Formigoni la nomina di Todini accontenta Forza Italia e non il centrodestra.
nomine
21.29 Secondo Formigoni la nomina di Moretti a Finmeccanica è la più discutibile:

Su questo Renzi ha toppato.

21.28 Per Gomez il problema è nel metodo: bisogna fare come in Nuova Zelanda, un authority indipendente esamina i curricula e si scelgono i nomi.
21.27 Adinolfi: “Molte delle persone nominate sono capaci, di un qualche valore, di dignità. Non c’è stata però la novità di non considerare per le nomine le questioni politiche”.
21.25 Gli ospiti: il direttore del Tg4 Mario Giordano, Roberto Formigoni del Ncd, il blogger Mario Adinolfi, il direttore de Ilfattoquotidiano.it Peter Gomez.
21.24 Nel servizio ironie anche sullo svuotamento di Forza Italia.
21.18 Paragone: “Saremo irriverenti nei confronti di Renzi”. In onda un servizio sui nomi del ’sistema Renzi’.
21.12 Paragone lancia i temi della puntata. Pubblicità.
borghi e peluffo

Torna al mercoledì l’appuntamento con La Gabbia, il talk show di La7 condotto da Gianluigi Paragone. Nella puntata di stasera, seguita in liveblogging da PolisBlog a partire dalle ore 21.10, si discuterà in particolare delle nomine fatte dal governo Renzi lunedì sera per i vertici della aziende pubbliche.

Nel corso della diretta ci sarà spazio anche per la satica di Paolo Hendel nei panni di Pravettoni. A fare da sfondo al talk l’immancabile dibattitto sull’euro. Tra gli ospiti in studio Michele Boldrin.

La Gabbia, puntata 16 aprile 2014La Gabbia, puntata 16 aprile 2014La Gabbia, puntata 16 aprile 2014La Gabbia, puntata 16 aprile 2014La Gabbia, puntata 16 aprile 2014La Gabbia, puntata 16 aprile 2014La Gabbia, puntata 16 aprile 2014La Gabbia, puntata 16 aprile 2014La Gabbia, puntata 16 aprile 2014La Gabbia, puntata 16 aprile 2014La Gabbia, puntata 16 aprile 2014La Gabbia, puntata 16 aprile 2014La Gabbia, puntata 16 aprile 2014La Gabbia, puntata 16 aprile 2014La Gabbia, puntata 16 aprile 2014La Gabbia, puntata 16 aprile 2014La Gabbia, puntata 16 aprile 2014La Gabbia, puntata 16 aprile 2014La Gabbia, puntata 16 aprile 2014La Gabbia, puntata 16 aprile 2014La Gabbia, puntata 16 aprile 2014La Gabbia, puntata 16 aprile 2014La Gabbia, puntata 16 aprile 2014La Gabbia, puntata 16 aprile 2014La Gabbia, puntata 16 aprile 2014La Gabbia, puntata 16 aprile 2014La Gabbia, puntata 16 aprile 2014La Gabbia, puntata 16 aprile 2014La Gabbia, puntata 16 aprile 2014La Gabbia, puntata 16 aprile 2014La Gabbia, puntata 16 aprile 2014La Gabbia, puntata 16 aprile 2014La Gabbia, puntata 16 aprile 2014La Gabbia, puntata 16 aprile 2014La Gabbia, puntata 16 aprile 2014La Gabbia, puntata 16 aprile 2014La Gabbia, puntata 16 aprile 2014La Gabbia, puntata 16 aprile 2014La Gabbia, puntata 16 aprile 2014La Gabbia, puntata 16 aprile 2014La Gabbia, puntata 16 aprile 2014La Gabbia, puntata 16 aprile 2014La Gabbia, puntata 16 aprile 2014La Gabbia, puntata 16 aprile 2014La Gabbia, puntata 16 aprile 2014La Gabbia, puntata 16 aprile 2014La Gabbia, puntata 16 aprile 2014La Gabbia, puntata 16 aprile 2014La Gabbia, puntata 16 aprile 2014La Gabbia, puntata 16 aprile 2014La Gabbia, puntata 16 aprile 2014La Gabbia, puntata 16 aprile 2014La Gabbia, puntata 16 aprile 2014

La Gabbia, puntata 16 aprile 2014 é stato pubblicato su Polisblog.it alle 00:25 di giovedì 17 aprile 2014. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.




Polisblog.it © 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.

Recomiendan cuidar el ambiente en vacaciones

En este periodo vacacional de semana santa, la Asociación Civil Ambientemos Durango, emitió recomendaciones a los turistas para que su  estancia en parajes naturales de la entidad sea sustentable y no afecte al medio ambiente.

Héctor Soto Hernández Presidente de la Asociación Civil Ambientemos Durango, dijo que es necesario que dentro de los planes de turismo de Durango  y en general del país, se incluyan recomendaciones a los visitantes para que su  estancia sea lo más provechosa y al mismo tiempo puedan la naturaleza en su  máximo esplendor.

“Es grato saber como el turismo se vuelve una actividad cada vez mas prospera en Durango, ahora debemos promocionar al turista verde, y crear conciencia ambiental en todos” expresó el presidente de la Asociación.

Algunas recomendaciones para ser un turista verde son:

  • Procura siempre comprar y consumir alimentos que usen envoltorios reciclables o que no los usen en absoluto.
  • Para la basura utiliza bolsas biodegradables y sácala del lugar al final de  tu estadía, si no es biodegradable, o deposítala en las canecas o lugares  demarcados por la autoridad competente.
  • Cruza siempre los prados por los senderos marcados y nunca pises los sembrados.
  • Al ir a parques naturales, busca la compañía de un guía autorizado y sigue las normas del lugar: recuerda que están para tu seguridad y la del área.
  • Si hay acceso vehicular, circula a menos de 30 kilómetros por hora y sin pasar sobre animales pequeños o plantas.

Finalizó al mencionar, que es necesario seguir trabajando por Durango y aún más  cuando se espera una gran afluencia de turistas en la próxima temporada vacacional.

Durango al dia Todo nuestro contenido está bajo la licencia Atribución No Derivadas 2.5 México de Creative Commons

Lessons that Last: 200 Pearls and Counting

PLOS Pathogens Pearls Editor Joseph Heitman reflects on the success of Pearls, an Open Access compendium of the “lessons that last”, and also introduces the new collection on Flipboard.

“In the face of this inevitable ebb and flow of focus and attention, how are we to teach students the ‘lessons that last’ or ‘the facts of a field’ while keeping current?” Madhani et al. 10.1371/journal.ppat.1000499

The PLOS Pathogens Pearls mini-review series publishes concise reviews (less than 1500 words and a limited number of references), which take stock of recent exciting advances in the field of microbial pathogenesis.  Pearls are not meant to be comprehensive treatises on a subject, but to condense information in a field broadly into units that advance understanding and education, encouraging further inquiry and reading.  They span all areas of interest to the journal and to its readership, including bacteriology, virology, parasitology, studies on prions, human and plant fungal pathogens and interactions, and host-pathogen interactions spanning innate and adaptive immunity.

The founding editor for the Pearls series was Hiten Madhani, and the series was launched in June 2009.  The initial years for the series were formative ones, forged by a single editor and publishing on average approximately one Pearl per month. Today 1-2 Pearls are published every week, and a team of 8 editors head the Pearls series editorial effort: Vincent Racaniello (viruses), Joe Heitman (fungi), Rich Condit (viruses), Katherine Spindler (viruses), Bill Goldman (fungi and bacteria), Virginia Miller (bacteria), Laura Knoll (parasites), and Heather True (prions).

Two key landmarks for the series are approaching.  On April 17th, 2014, the 200th Pearl will be published, and on June 26, 2014, the series will have been in progress for five years.  Many such experiments in publishing require a decade or more before it is clear whether they have been impactful. By several metrics, this series has hit its stride earlier.

One such metric is the article based metrics available for all PLOS publications, by which readers and authors and editors can track how many times an article is accessed electronically.  By this metric, a dozen Pearls have been read more than 10,000 times, and all more than 1000 (except one published last week).

To provide a sense of the scope of the Pearls series, we list the following as illustrative examples of the breadth and range of the series:

The entire Pearls series, including the founding Editorial, can be readily accessed via the online collection. The series can be explored by topic on Flipboard, where there are 7 mini-collections for 7 days of the week: Bacteria, Fungi, Host-Interactions, Parasites, Plant Pathogens, Prions, and Viruses.

As editors for the Pearls series, we look forward to the next five years of this series, and look forward to hearing comments from authors and readers.

We also invite you to consider submitting a Pearls mini-review for the series on a topic of your interest to assist us in highlighting novel and interesting areas of the field that are advancing, and will thereby be further advanced.

 


heitman_photoAuthor bio:  Joseph Heitman, MD, PhD, is a James B. Duke Professor and Chair of the Department of Molecular Genetics and Microbiology at Duke University, and director of the Center for Microbial Pathogenesis. His research focuses on the evolution of sex in fungi and the roles of sexual reproduction in microbial pathogens, how cells sense and respond to nutrients and the environment, the targets and mechanisms of action of immunosuppressive and antimicrobial drugs, and the genetic and molecular basis of microbial pathogenesis and development. He serves on the editorial boards of PLOS Pathogens, PLOS Genetics, and PLOS Biology, amongst others.

 

The post Lessons that Last: 200 Pearls and Counting appeared first on Speaking of Medicine.

Public Library of Science - PLoS Medicine All site content, except where otherwise noted, is licensed under a Creative Commons Attribution (CC BY) license.

Posted in: Senza categoria | Tagged:

Revisa la agenda del encuentro de la sociedad civil previo a Net mundial

El 22 de abril, un día antes de Net mundial, las más de 90 organizaciones de la sociedad civil que participarán del encuentro multilateral se reunirán en un evento previo -coorganizado por ONG Derechos Digitales – para establecer puntos de consenso, discutir su estrategia de acción y generar los mensajes clave para alcanzar las metas comunes.

La agenda de este encuentro previo ya está disponible y busca asegurar la defensa de los derechos humanos, que la arquitectura de la web sea abierta, descentralizada e interoperable, y la promoción de un modelo de Gobernanza de Internet  abierto, inclusivo y democrático.

El encuentro de la sociedad civil se realizará en Espaço Missões, Centro Cultural Sao Paulo, (Rua Vergueiro 1000, Sao Paulo)

Revisa la agenda a continuación:

9:30am – 10:00 – Introductions: NETmundial 2014 introduction and Goal of our meeting and rules of engagement

Welcome and goal of the meeting: Joana Varon (Brazil), Jeremy Malcolm (BestBits), Valeria Betancourt (APC), Veridiana Alimonti  (IDEC, Brazil) and Laura Tresca (Article 19, Brazil)  (3-5min)

  • Briefing by EMC CS reps: Marilia Maciel, Adam Peake [TBC], Carlos Afonso [TBC]

10:00-11:15am Principles: Guaranteeing protection of Human Rights and Ensuring the Open and Interoperable Architecture of the Web

Facilitator: Anriette Esterhuysen (APC, South Africa) [TBC]

  • Goals: clarify and set the common ground regarding core principles for IG that this group of CS will defend at NetMundial and in talks among other stakeholder groups
  • Resource persons** for Internet governance principles: Matthew Shears, Carolina Rossini, Anriette Esterhuysen/Valeria Betancourt and Veridiana Alimonti. Volunteers are welcome, please, just ping any of the resource persons.

11:15-11:30am – Coffee Break

11:30 – 13:00 Roadmap: towards a coordinated, decentralized, inclusive and open multistakeholder model of Internet Governance

Facilitators: Matthew Shears (CDT, USA and UK, with international work)

Goal: clarify and set the common ground regarding a coordinated, decentralized, democratic, inclusive and open multistakeholder model of Internet Governance

  • Resource persons** for Roadmap: Anja Kovacs, Jeremy Malcolm, Joana Varon, Carolina Rossini. On IANA transition: Niels ten Oever, Rafik Dammak, Stephanie Perrin. Volunteers are welcome, please, just ping any of the resource persons.

13:00 – 14:00 – NetMundial: The rules of the game: how to maximize civil society impact in the interventions and the meetings to follow

Facilitator: Bia Barbosa (Intervozes, Brazil)

  • Brief Notes by Daniel Fink (Executive Director at NETmundial 2014) [TBC]
  • Goal: By this time, resource persons from the previous sessions shall deliver a set of bullet points as final agreements and names who have volunteered to deliver the bullet points in NetMundial plenary. These documents will serve as input for this session that have to goal to build the strategy about how to deliver these points, vis a vis NetMundial dynamic for interactions in the floor, so we end with a clear, consolidated and final matrix of interactions at NetMundial plenary (which shall be made public soon).

14:00 – 15:00 – Lunch (provided by the meeting organizers) – CCSP restaurant

15:00 – 16:00 – Media Strategy, Hubs for remote participation and Stakeholder relations

  • Goal: brief the media hub on our main points, and briefing for the following open sessions with the technical community and governments included suggested strategy to engage with them on conflictual issues.
  • Media strategy facilitators: Renata Avila (WebWeWant, Guatemala)
  • Technical community relations:  [TBC]
  • Government relations: Jovan Kurbalija (Diplo Foundation) [TBC] and Gene Kimmelman (Public Knowledge, USA)

16:00 – 17:00: Open session with technical community

        • Facilitator: [TBC]
        • Comments: Fadi Chehadé (ICANN) [TBC]
        • Goal: learn core issues for technical community and communicate core CS concerns/positions. Explore opportunities for collaboration.

17:00-17:15 – Coffee Break

17:30 – 19:00: Meeting(s) with invited governments (bilateral or mixed – TBC)

        • Facilitator(s): Marilia Maciel (CTS/FGV, Brazil)
        • Goal: Learn core issues for governments and communicate core CS concerns/positions. Explore opportunities for collaboration.

19hrs- Dinner on your own/ engage in activities at the Arena (ps. Lula and Brazilian civil society activits will be talking about MarcoCivil at ArenaMundial at 19:00)

 

ONG Derechos Digitales http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0/cl/deed.es

Basta commenti, negli Usa cominciano a bandirli

commentoI commenti in calce a post e articoli online sono stati da sempre un punto forte di Internet, opzioni cruciali per la conversazione e gli scambi a due vie. Eppure man mano si sono rivelati ingestibili e inutili, almeno per diversi siti d’ informazione e/o in varie circostanze. Tant’ è che molte testate (soprattutto nostrane) normalmente preferiscono farne a meno. Trend questo che ora sta prendendo piede anche in Usa, dove finora rimanevano un importante canale di comunicazione.

 

Come chiarisce un post su Digiday, Quartz (il sito di news nativo digitale di Atlantic Media) non prevede commenti fin dal suo lancio nel settembre 2012, come pure The Dish (del noto Andrew Sullivan), partito l’ anno scorso, e ora anche il fresco Vox (dove però vengono pre-annunciati).

 

Altri hanno gettato la spugna recentemente: prima Popular Science e ora anche il Chicago Sun-Times. Motivo? In quest’ultimo caso, si tratta spesso di commenti razzisti e denigratori, quando non del tutto fuori luogo, e altrove sono notoriamente zeppi di spam e troll. E ricorrere a registrazioni, captcha o altre barriere tecniche riduce considerevolmente l’ effettivo coinvolgimento degli utenti (oltre all’ iper-gestione redazionale).

 

Mentre lo stesso fanno note piattaforme partecipative, quali Tumblr (solo rilanci dei post) e Medium (annotazioni a margine), opposta rimane la posizione dell’ Huffington Post, che si appresta a imporre l’ accesso tramite Facebook, e quindi usare nomi reali, per evitare interventi anonimi e per migliorare la qualità dei commenti. Sulla stessa linea Gawker, che offre anzi un’ apposita piattaforma per le discussioni, Kinja, mirata a “buttar giù il muro divisorio tra autori e lettori”.

 

Proprio le dritte di quest’ultima, insieme alla gestione della community del New York Times e all’ affermato sistema dei voti in voga su Reddit, verranno elaborate dal Chicago Sun-Times per un prossimo rilancio della sezione commenti: «Mi piace l’ idea che la gente possa interagire sul sito», spiega Craig Newman, managing editor del giornale. «E poter creare una community senza dover andare su Facebook e Twitter diventa un valore aggiunto ai nostri contenuti. Non possiamo certo sapere tutto».

 

LSDI I contenuti originali di questo sito sono rilasciati in base alla licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 (escluso ove diversamente indicato e/o riguardo le specifiche fonti citate.

”Press”, il giornalismo precario arriva sul grande schermo

Press-il-film Il giornalismo precario arriva al cinema. Il precariato è infati lo sfondo di un lungometraggio diretto da Paolo Bertino e Alessandro Isetta, due ventenni torinesi al loro esordio cinematografico, che ne hanno scritto la sceneggiatura  insieme a Marco Panichella.

 

Press (questo il titolo) è una commedia strampalata che racconta la storia di Maurizio e Luca, un giornalista e un cameraman entrambi precari che lavorano in provincia di Torino per una rete televisiva ovviamente in crisi. Maurizio, con la complicità di Luca, per salvare il suo posto di lavoro precario, decide di inventarsi di sana pianta le notizie, e produrre fresco fresco uno scoop al giorno, ovviamente con l’ insorgere di situazioni paradossali e comiche.

 

La commedia ha un cast molto giovane ed è prodotta da Luna Film in collaborazione con Film Investimenti Piemonte srl e con il sostegno di Film Commission Torino Piemonte. Il film sarà distribuito da Luce Cinecittà con il supporto di AGIS Piemonte. Rai Cinema ne ha acquistato i diritti televisivi. Il film  ha ricevuto il contributo come Opera Prima dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali ed è stato riconosciuto un Film di Interesse Culturale.

 

Il promo di Press – il Film

 

 

LSDI I contenuti originali di questo sito sono rilasciati in base alla licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 (escluso ove diversamente indicato e/o riguardo le specifiche fonti citate.

Sindicalizados municipales de descanso: Valentín Aragón

El secretario del Ayuntamiento de Durango, Rafael Valentín Aragón, confirmó que solo un 25 por ciento de la plantilla municipal, principalmente personal sindicalizado está en descanso.

“Hay dependencias que tienen mucho trabajo ahorita, más que una época normal del año, pero áreas como Finanzas viene trabajando con las cajas receptoras, trámites administrativos y contraloría”, expuso.

Expuso que la instrucción del alcalde, Esteban Villegas Villarreal, es estar atentos en esta época.

Resaltó que son los trabajadores administrativos sindicalizados quienes están trabajando, dado a sus contratos colectivos de trabajo.

Manifestó que jueves, viernes y sábado santos, en esos días, muchos de los trabajadores incluso algunos de confianza suspenderán labores, aunque habrá guardias en todas las dependencias.

Finalmente aseveró que las áreas de Servicios Públicos, Protección Civil, Seguridad Pública, Inspección Municipal, entre otras son las que no tendrán vacaciones al tener a toda su plantilla en los trabajos cotidianos.

Durango al dia Todo nuestro contenido está bajo la licencia Atribución No Derivadas 2.5 México de Creative Commons

Restauranteros repuntará sus ventas durante Semana Santa

El presidente de la Cámara Nacional de la Industria Restaurantera y Alimentos Condimentados (Canirac), Ignacio Orrante Ramírez, manifestó que durante este fin de semana se llegó a registrar un 70 por ciento de ocupación en los principales restaurantes de la capital del estado.

Dijo que este año es diferente para la entidad, pues con la apertura de la supercarretera Durango- Mazatlán, y con la promoción que se hizo este año por la organización del Festival Ricardo Castro, todo indica que se tendrá un repunte en las ventas.

Orrante Ramírez detalló que en el corredor gastronómico que se ubica en el bulevar Guadiana tuvo ventas hasta de un 70 por ciento de ocupación, y en el Centro Histórico se tuvo un 60 por ciento de ocupación de la capacidad instalada.

“La prueba de fuego será este fin de Semana Santa, porque a final de cuentas estamos viviendo una semana diferente, no hay punto de comparación, y ahora vamos a ver los impactos durante estos próximos días”, finalizó el presidente de Canirac.

.

Durango al dia Todo nuestro contenido está bajo la licencia Atribución No Derivadas 2.5 México de Creative Commons

Contraloría realiza acciones para buen manejo redes sociales de dependencias municipales

La titular de Contraloría Municipal, Tania Julieta Hernández dio a conocer que las cuentas oficiales del Ayuntamiento ya tienen el nombre y apellido de quien las maneja, esto para regularizar y evitar situaciones como la que se dio a través de la cuenta de Twitter @bomberosdgo perteneciente a la Dirección Municipal de Protección Civil.

“A la Contraloría Municipal le toca hacer la observación de un funcionario público, por lo que, a raíz de la situación que se presentó semanas a atrás con la utilización de la cuenta oficial de Protección Civil para agredir a periodistas y funcionarios públicos, el municipio ya realizo acciones al respecto”, comentó la contralora municipal.

Dijo que ya  se regularizó este tipo de temas reafirmando el usuario de las cuentas con el nombre y apellido de quien las maneja, además de que estas personas firmaron el resguardo de las redes sociales a su cargo.

Finalmente respecto a la situación que enfrenta el director y la vocera de la Dirección de Protección Civil, después de haber sido separados de sus cargos, la contralora comentó que es difícil determinar o  tener los elementos suficientes para actuar y emitir una responsabilidad sobre ellos, sin embargo, no están en funciones y no está dentro de sus facultades determinar si regresan o no a la dirección.

 

Durango al dia Todo nuestro contenido está bajo la licencia Atribución No Derivadas 2.5 México de Creative Commons

Contraloría realiza acciones para buen manejo redes sociales de dependencias municipales

La titular de Contraloría Municipal, Tania Julieta Hernández dio a conocer que las cuentas oficiales del Ayuntamiento ya tienen el nombre y apellido de quien las maneja, esto para regularizar y evitar situaciones como la que se dio a través de la cuenta de Twitter @bomberosdgo perteneciente a la Dirección Municipal de Protección Civil.

“A la Contraloría Municipal le toca hacer la observación de un funcionario público, por lo que, a raíz de la situación que se presentó semanas a atrás con la utilización de la cuenta oficial de Protección Civil para agredir a periodistas y funcionarios públicos, el municipio ya realizo acciones al respecto”, comentó la contralora municipal.

Dijo que ya  se regularizó este tipo de temas reafirmando el usuario de las cuentas con el nombre y apellido de quien las maneja, además de que estas personas firmaron el resguardo de las redes sociales a su cargo.

Finalmente respecto a la situación que enfrenta el director y la vocera de la Dirección de Protección Civil, después de haber sido separados de sus cargos, la contralora comentó que es difícil determinar o  tener los elementos suficientes para actuar y emitir una responsabilidad sobre ellos, sin embargo, no están en funciones y no está dentro de sus facultades determinar si regresan o no a la dirección.

 

Durango al dia Todo nuestro contenido está bajo la licencia Atribución No Derivadas 2.5 México de Creative Commons