classicistranieri.com | Biblioteca multimediale ad accesso libero e gratuito. We are not liber, we are free!

Skip to content

Giacomo Leopardi – NELLA MORTE DI UNA DONNA FATTA TRUCIDARE COL SUO PORTATO AL CORRUTTORE PER MANO ED ARTE DI UN CHIRURGO

01-set-14

Mentre i destini io piango e i nostri danni,
Ecco nova di lutto
Cagion s’accresce a le cagioni antiche.
Io non so ben perch’io tanto m’affanni,
Che poi ch’il miserando
Nunzio s’intese, io me ne vo per tutto
Gemendo e sospirando:
Parmi qualch’aspro gioco
Fatto m’abbia fortuna, e pur m’inganno;
Dal cor l’ambascia si riversa e move,
E sol da la pietà non trovo loco.
Ahi non è vana cura;
Che s’altrui colpa è questo ond’io m’affanno,
Peggio è la colpa assai che la sciaura.
Forse l’empio tormento
Di tue povere membra a dir io basto
O sventurata? e può di queste labbra
Uscir tanto lamento
Ch’al tuo dolor s’adegui allor che guasto
T’ebber la bella spoglia?
Tu lo sai, poverella, More…

Giacomo Leopardi – Per una donna malata di malattia lunga e mortale

01-set-14

Io sapeva bene che beltà non vale ec. nè giovinezza contro la morte, ma ogni volta che ne vedo una prova non me ne dò pace. ec. Ora dunque tocca a te? ec. poverella poverella, oh Dio consolati, non morrai, non è possibile, morrei anch’io ec. tanto bella, tanto candida e buona, tanto giovane ha da morire? Che è quel tuo viso così languidamente afflitto che par dire sono una sventurata, merito compassione, compatitemi se volete ec. Ahi ahi a chi mi porta triste nuove di lei che pur non m’appartiene cerco di sofisticare di patteggiare per farle men cattive, ma More…

Giacomo Leopardi – Discorso di un italiano attorno alla poesia romantica

01-set-14

Se alla difesa delle opinioni de’ nostri padri e de’ nostri avi e di tutti i secoli combattute oggi da molti intorno all’arte dello scrivere e segnatamente alla poetica si fossero levati uomini famosi e grandi, e se agl’ingegni forti e vasti si fosse fatta incontro la forza e la vastità degl’ingegni, e ai pensieri sublimi e profondi, la sublimità e profondità dei pensieri, nè ci sarebbe oramai bisogno d’altre discussioni, nè quando bene ci fosse stato, avrei però ardito io di farmi avanti. Ora s’è risposto fin qui alle cose colle parole, e agli argomenti colle facezie, e alla ragione More…

Giacomo Leopardi – Diario del primo amore

01-set-14

Io cominciando a sentire l’impero della bellezza, da più d’un anno desiderava di parlare e conversare, come tutti fanno, con donne avvenenti, delle quali un sorriso solo, per rarissimo caso gittato sopra di me, mi pareva cosa stranissima e meravigliosamente dolce e lusinghiera; e questo desiderio della mia forzata solitudine era stato vanissimo fin qui. Ma la sera dell’ultimo Giovedì, arrivò in casa nostra, aspettata con piacere da me, né conosciuta mai, ma creduta capace di dare qualche sfogo al mio antico desiderio, una Signora Pesarese nostra parente più tosto lontana, di ventisei anni, col marito di oltre a cinquanta, grosso More…

Giovanni Vailati – Scritti filosofici- PDF – Edizione Liber Liber

01-set-14

Alle ricerche storiche sui progressi del sapere umano si è portati ora ad attribuire una importanza assai maggiore di quanto non avvenisse in passato. La disposizione a considerare la storia delle scienze come una semplice raccolta di aneddoti singolari e divertenti, non aventi altro scopo che quello di soddisfare la naturale curiosità che desta tutto ciò che si riferisce alle vicende della vita o alle qualità personali dei grandi scienziati del passato, non è certamente ancora del tutto scomparsa, e capita qualche volta ancora adesso di sentire addurre, a difesa di questo modo di vedere, dei ragionamenti che non differiscono che More…