ASIA/MEDIO ORIENTE – Le Chiese cattoliche si preparano a consacrare il Medio Oriente alla Sacra Famiglia di Nazareth

 228 total views,  1 views today

Nazareth – Le Chiese cattoliche presenti nei Paesi della regione mediorientale si preparano a celebrare domenica 27 giugno la prima “Giornata della pace per l’Oriente”, che quest’anno sarà connotata anche da uno speciale atto di consacrazione del Medio Oriente alla Sacra Famiglia di Nazareth. L’iniziativa di celebrare d’ora in poi una “Giornata annuale della pace per l’Oriente” è stata promossa in principio dal Comitato episcopale ‘Giustizia e Pace’, organismo collegato al Consiglio dei Patriarchi cattolici del Medio Oriente, in concomitanza con il 130° anniversario della Rerum Novarum, l’enciclica emanata da Papa Leone XIII il 15 maggio 1891 sui ‘Diritti e doveri del capitale e del lavoro’.
Nel quadro della prima edizione della “Giornata della pace per l’Oriente”, una liturgia eucaristica verrà celebrata in ciascuno dei Paesi su cui il Consiglio dei Patriarchi cattolici del Medio Oriente esercita la sua opera di coordinamento.
Il Patriarca latino di Gerusalemme Pierbattista Pizzaballa compirà l’atto di consacrazione del Medio Oriente alla Sacra famiglia durante la liturgia eucaristica da lui presieduta a Nazareth, presso la Basilica dell’Annunciazione, a partire dalle ore 10 di domenica 27 giugno. Durante la concelebrazione, verrà benedetta un’icona della Sacra Famiglia, appositamente dipinta e intarsiata con reliquie custodite nella stessa Basilica. L’icona riproduce l’immagine della Sacra Famiglia raffigurata sopra l’altare della chiesa di San Giuseppe, a Nazareth, dove, secondo la tradizione, si trovava la casa dello Sposo di Maria. “Una volta benedetta” ha spiegato lo stesso Patriarca Pizzaballa nel suo messaggio di presentazione dell’iniziativa, “l’Icona sarà portata in pellegrinaggio, partendo dal Libano, verso i paesi dell’Oriente, fino al suo arrivo a Roma verso la fine dell’anno di San Giuseppe, l’8 dicembre 2021. Da Roma, l’Icona farà il suo viaggio di ritorno in Terra Santa”. Anche Papa Francesco, domenica 27 giugno, impartirà da Roma la sua speciale Benedizione apostolica per la “Giornata della Pace per l’Oriente”.
In Iraq, il Patriarca caldeo Louis Raphael Sako celebrerà la messa e compirà l’atto di consacrazione del Medio Oriente alla Sacra Famiglia da Baghdad, durante la celebrazione eucaristica da lui presieduta alle ore dieci di domenica 27 luglio nella Cattedrale caldea di San Giuseppe, nel quartiere di Karrada. Nella stessa data, e alla stessa ora, ogni Vescovo delle diocesi caldee sparse nel Paese si unirà all’atto di consacrazione durante la liturgia eucaristica da lui presieduta nella rispettiva Cattedrale.
In Libano, il Patriarca maronita Béchara Boutros Raï celebrerà la divina liturgia a Diman, sede della residenza patriarcale estiva. Nei giorni scorsi, durante una conferenza stampa di presentazione dell’evento, il dottor George Bitar, Sottosegretario Generale del Comitato episcopale “Giustizia e Pace” del Consiglio dei Patriarchi cattolici ha sottolineato la novità dell’iniziativa, che non ha precedenti nella storia delle Chiese d’Oriente, confermando che domenica 27 giugno tutte le Chiese cattoliche presenti in Libano si uniranno all’inedito atto di consacrazione “corale”.
In Libano, tale iniziativa si intreccia con le attese che circondano l’imminente incontro tra i Capi delle Chiese e comunità ecclesiali libanesi convocati a Roma da Papa Francesco il 1° luglio per pregare e riflettere insieme sui tanti fattori di crisi che attanagliano il Paese dei Cedri. In Libano sono attualmente in corso il Sinodo dei Vescovi della Chiesa greco-cattolica melchita, presieduto dal Patriarca Youssef Absi, e il Sinodo dei Vescovi della Chiesa armena cattolica, chiamato a eleggere il nuovo Patriarca, dopo la scomparsa di Bedros Ghabroyan.
In Egitto, il Patriarca copto cattolico Ibrahim Isaac Sidrak si unirà all’iniziativa della Giornata della pace per l’Oriente e all’atto di consacrazione del Medio Oriente alla Sacra Famiglia durante la divina liturgia da lui presieduta nel pomeriggio di domenica 27 luglio presso la chiesa del Sacro Cuore, nel distretto cairota di Heliopolis.