Archivi tag: bartolommei

Angelica Palli Bartolommei – Un episodio dell’insurrezione greca

CAPITOLO I. Siamo a mezzo marzo (stil vecchio); l’inverno siede tuttavia rigido e silenzioso sulle cime dei monti Acroceraunii, mentre la primavera ha già rivestito del suo manto di fronde e di fiori le valli e le colline della vicina Corcira. Sulla spiaggia corcirese del Canale che separa l’antica Caonia dall’isola de’ Feaci, nel punto… Leggi tutto »

Angelica Palli Bartolommei – La donna tradita

In una piccola città dell’Italia meridionale viveva pochi anni or sono una coppia felice. Lorenzo avea consacrato a Giulietta il suo primo palpito d’amore; Giulietta per la prima volta sentì nel veder Lorenzo che la tenerezza filiale le lasciava tuttavia nell’animo un vôto immenso, e che l’amore poteva solo riempire. Si amarono all’eccesso, come due… Leggi tutto »

Angelica Palli Bartolommei – Il villaggio incendiato – Memorie di Lambro

Il sangue bolliva nelle vene dei tornati a sentire la vita! – Che importava il sentirla nell’ansia, nelle fatiche, nei rischi?… Era vita, e l’inerzia del servaggio fu morte! – L’inverno del 1822 il grido delle battaglie non aveva ancora destato l’eco del mio villaggio, che sorgeva sulla cima di un monte della Tessalia, incoronato… Leggi tutto »

Angelica Palli Bartolommei – Alessio ossia gli ultimi giorni di Psara

Cominciava il giugno del 1824; i Greci minacciati da imminente pericolo sentivano il bisogno della concordia, e i sollevati contro il Governo vinti, più che dalla forza, da carità della patria, rivolgevano le armi contro il comune nemico. Il figlio di Colocotroni avea, per comando del padre, ceduta Napoli di Romania alle milizie del Governo,… Leggi tutto »

Angelica Palli Bartolommei – Epiro e Tessaglia – Tessale valli, ove echeggiar s’udìo

Tessale valli, ove echeggiar s’udìo L’inno di Riga, Epiro, oh tu, che il santo Làbaro ergesti fra le rupi, ov’io Sull’ali del pensiero errai cotanto; Quando, lassa, darò l’ultimo addio Ai miei cari, alla terra, al sole, al canto, Liberi ancor voi non sarete: il rio Giogo vi preme, e il tempo scorre intanto. Sperai… Leggi tutto »

O. C. Vallecchi – Note biobibliografiche su Angelica Palli Bartolommei

Angelica Palli Bartolommei nacque il 22 di novembre del 1798 in Livorno, da famiglia greca che vi ebbe fermato dimora. Fino dalla tenera età mostrò ingegno svegliato, onde i suoi ch’erano agiati, volenterosi di educarla ed istruirla, nulla trasandarono: però crebbe all’amore della Grecia e dell’Italia, le sue due patrie, sorelle di gloria e di… Leggi tutto »