Web Analytics

Static Wikipedia: Italiano -Inglese (ridotta) - Francese - Spagnolo - Tedesco - Portoghese
 
Esperanto - Napoletano - Siciliano - Estone - Quality - New - Chinese Standard  - Simple English - Catalan - Gallego - Euskera
Wikipedia for Schools: English - French - Spanish - Portuguese
101 free audiobooks - Stampa Alternativa - The Open DVD - Open Bach Project  - Libretti d'opera - Audiobook PG

Veleno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il teschio con le ossa incrociate è il simbolo comunemente utilizzato per etichettare le sostanze velenose.
Il teschio con le ossa incrociate è il simbolo comunemente utilizzato per etichettare le sostanze velenose.

Per veleno si intende una sostanza che, assunta da un organismo vivente, ha effetti dannosi temporanei o permanenti, fino a letali, attraverso un meccanismo chimico.
Il concetto di veleno non può essere separato dal concetto di dose. In natura infatti praticamente tutte le sostanze possono provocare un danno su un organismo vivente, quello che permette di identificare una sostanza come tossica é la dose a cui provoca effetti dannosi.

Collabora a Wikiquote
«E' la dose che fa il veleno»

Alcune sostanze devono essere ingerite in quantità enormi per provocare un danno (ad esempio l'acqua), altre a dosi piccolissime.
I farmaci a determinate dosi hanno effetti curanti, ad altre dosi sono tossici (es. la digitale).
Non sono considerate veleni le sostanze che hanno effetti dannosi per azione meccanica (esplosivi ecc.) o per emissione di radiazioni.

I veleni prodotti da batteri e funghi sono anche detti tossine.

L'assunzione di un veleno da parte di un uomo o animale si dice avvelenamento. Una sostanza in grado di contrastare l'azione di un veleno è chiamato antidoto.

Il ramo della biologia che studia i veleni e la loro azione è la tossicologia.

[modifica] Voci correlate